Artigianato e Palazzo | ICONOGRAFIA SAVIOLI
La Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO botteghe artigiane e loro committenze è nata nel 1995, da un’idea di Neri Torrigiani e promossa dalla principessa Giorgiana Corsini, principalmente per rivalutare e rinquadrare ai giorni nostri la figura dell’artigiano e del suo lavoro, considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica, legato sì alla committenza, ma insistendo sull’idea di un artigianato per sua natura “moderno”, senza con questo dimenticare l’elemento fondamentale della tradizione.
Artigianato e Palazzo, artigianato, Firenze, botteghe artigiane, Neri Torrigiani, Giorgiana, Corsini, Giardino Corsini, Palazzo Corsini, artigiano, lavoro, mostra, tradizione, bigiotteria, oreficeria, moda, tessuti, alta gastronomia, design, accessori, gioielli
18631
single,single-portfolio_page,postid-18631,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive

ICONOGRAFIA SAVIOLI

About This Project

Nektaria Savioli da anni si occupa con amore, rispetto e passione dell’iconografia bizantina.

In particolare usa una tecnica tradizionale che continua ad essere utilizzata nei monasteri greci, risalente al periodo della nascita di Palaeologan.

I materiali ed i pigmenti per creare un’icona sono naturali, semplici e con il disegno, la composizione, l’espressione delle figure donano all’icona una sofisticata armonia.

L’arte sacra di iconografia è conosciuta anche come “teologia visiva” perché può essere letta e capita da tutti ma un’icona non è solo un oggetto di rispetto e di venerazione al quale i credenti dirigono le loro preghiere e timori, ma è anche un oggetto d’arte con un significato profondo che chiede al suo osservatore un chiarimento interiore.

 

Contatti

Nektaria Savioli da anni si occupa con amore, rispetto e passione dell’iconografia bizantina. In particolare usa una tecnica tradizionale che continua ad essere utilizzata nei monasteri greci, risalente al periodo della nascita di Palaeologan. I materiali ed i pigmenti per creare un’icona sono naturali, semplici e con il disegno, la composizione, l’espressione delle figure donano all’icona una sofisticata armonia. L’arte sacra di iconografia è conosciuta anche come “teologia visiva” perché può essere letta e capita da tutti ma un’icona non è solo un oggetto di rispetto e di venerazione al quale i credenti dirigono le loro preghiere e timori, ma è anche un oggetto d’arte con un significato profondo che chiede al suo osservatore un chiarimento interiore. Nektaria Savioli da anni si occupa con amore, rispetto e passione dell’iconografia bizantina. In particolare usa una tecnica tradizionale che continua ad essere utilizzata nei monasteri greci, risalente al periodo della nascita di Palaeologan. I materiali ed i pigmenti per creare un’icona sono naturali, semplici e con il disegno, la composizione, l’espressione delle figure donano all’icona una sofisticata armonia. L’arte sacra di iconografia è conosciuta anche come “teologia visiva” perché può essere letta e capita da tutti ma un’icona non è solo un oggetto di rispetto e di venerazione al quale i credenti dirigono le loro preghiere e timori, ma è anche un oggetto d’arte con un significato profondo che chiede al suo osservatore un chiarimento interiore. Firenze
telefono e fax 338 2783149
www.iconografiasavioli.com - nektariasavioli@libero.it

Category
Arte e Decorazione