close x

Catalogo Edizione 2005

Per la XI edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO

È sempre una grande soddisfazione riuscire ad organizzare “Artigianato e Palazzo”, nonostante le difficoltà che via via si presentano e il nostro entusiasmo che rischia talvolta di essere sopraffatto dal pessimismo!

Gli artigiani che hanno accettato, in tutti questi anni, di lavorare dal vivo nei tre giorni della Mostra, sono stati ammirati da migliaia e migliaia di persone e sono stati capaci di mostrare cosa veramente sia un artigiano, quale valore abbia un oggetto realmente “fatto a mano” e quale sia la bellezza del gesto che da secoli si ripete e arricchisce la nostra civiltà.

Quest’anno abbiamo avuto il privilegio di collaborare con la “Fondazione delle Arti e dei Mestieri” nata a Milano nel 1995 per volontà del dottor Franco Cologni che, come noi, sostiene gli artigiani di straordinaria qualità che rischierebbero altrimenti di essere spazzati via da un banale consumismo e dalla mutevolezza del gusto.

La Mostra Principe di questa edizione è dedicata ai festeggiamenti per i 250 anni del prestigioso marchio orologiaio Vacheron Constantin, con i suoi favolosi artigiani.
Il Museo Zoologico La Specola di Firenze patrocina la mostra “Gli Insetti, fra scienza, collezionismo ed artigianato” e presentiamo il progetto “Adotta un libro! Edizioni rare e manoscritti dalle biblioteche fiorentine” per promuovere il restauro di libri rari in cui benefattori, artigiani restauratori, bibliofili e studiosi collaboreranno per salvaguardare un patrimonio sconosciuto ma importantissimo.

Come tutti gli anni siamo grati ai nostri collaboratori ed in special modo a Caterina Romig Ciccarelli e Ilaria Oliva per l’organizzazione, ad Ester Di Leo per la cura dell’Ufficio Stampa, a Giovanni per il servizio ristoro, al nostro giardiniere Paolo e ad Arturo per il suo prezioso aiuto.

Vogliamo inoltre molto ringraziare l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze con la Banca Cassa di Risparmio di Firenze per essere sempre, anno dopo anno, e con fiducia, al nostro fianco.

Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani
La Fondazione delle Arti e dei Mestieri per ARTIGIANATO E PALAZZO

La Fondazione delle Arti e dei Mestieri ha dato il suo supporto nella ricerca e nella selezione delle più interessanti e reali testimonianze dell’artigianato d’arte all’edizione 2005 di “Artigianato & Palazzo”: una manifestazione che ormai da tempo occupa stabilmente un ruolo di primo piano in Italia, e non solo, fra gli eventi dedicati a questo mondo.
Le ragioni di questa collaborazione hanno origine in una comune passione: quella di salvaguardare e rilanciare i mestieri d’arte, come grande ricchezza comune di cultura, di capacità, di intelligenza e, non ultimo, di spirito imprenditoriale.
La Fondazione delle Arti e dei Mestieri è un’istituzione culturale privata non profit nata a Milano nel 1995. La sua attività è volta alla difesa e alla promozione dei mestieri d’arte, con una particolare attenzione al mondo dei giovani, che ne sono interlocutori privilegiati.
Da una parte si tratta infatti di formare nuove generazioni di artigiani, salvando i mestieri d’arte tradizionali dal rischio di scomparsa che li minaccia. Dall’altra si tratta anche di incoraggiare i giovani a intraprendere la strada di alcuni “nuovi” mestieri, dal fotografo al copywriter fino al web designer, per citare solo qualche esempio, che offrono opportunità di occupazione interessanti e molto creative.
A questo scopo la Fondazione promuove, sostiene e finanzia una serie di iniziative culturali, scientifiche e divulgative, quali l’attività editoriale, l’organizzazione di convegni e di mostre, la promozione della ricerca scientifica attraverso il Centro di ricerca “Arti e Mestieri”, attivato nel 1998 presso l’Università Cattolica di Milano.
Sul fronte editoriale è stata avviata da tempo una collana di monografie storico-artistiche pubblicata dal Saggiatore, che hanno affrontato in questi anni tematiche diverse, sempre nell’ottica privilegiata del mestiere: dai mestieri storici della tradizione (il cuoco, l’orologiaio, l’incisore di monete, il cioccolataio) a quelli della contemporaneità (il fotografo, il copywriter, il tipografo).
La Fondazione collabora inoltre attivamente con altre realtà istituzionali e culturali impegnate nel medesimo terreno di azione: fra queste il FAI-Fondo Ambiente Italiano, nell’ambito del comune intento di far rivivere i mestieri tradizionali con i materiali, il gusto e le tecnologie più attuali.
Ci auguriamo che la sinergia tra la Fondazione e Artigianato & Palazzo porti buoni frutti: certamente per questa edizione della mostra fiorentina ma anche e soprattutto per le prospettive di quell’”intelligenza della mano” che rappresenta un patrimonio condiviso irrinunciabile e che non può andare perduta ma deve trovare sempre nuovi stimoli e nuove occasioni per vivere e prosperare.

Fondazione delle Arti e dei Mestieri
Vacheron Constantin e le Arti Decorative: una passione che dura da 250 anni

La più antica Manifattura al mondo, che può vantare un’attività ininterrotta dal 1755, anno della sua fondazione, testimonia una lunga storia fatta di creatività e di perizia tecnico-artistica.

L’esperienza secolare di Vacheron Constantin, davvero unica nell’ambito dell’alta orologeria, mostra chiaramente con quale ricchezza di soluzioni le arti decorative possano essere applicate all’orologeria, sia per quanto riguarda i componenti del movimento, sia per quello che concerne l’aspetto estetico di ogni segnatempo. Nei laboratori della Manifattura infatti si eseguono a mano ancora oggi le delicate operazioni di rifinitura dei componenti, come la lucidatura delle superfici e la smussatura degli spigoli, e le varie tecniche di decorazione come la lavorazione a guillochage dei quadranti, l’incisione e in particolare lo smalto.

Fra tutti marchi dell’alta orologeria, Vacheron Constantin è probabilmente quello che più di ogni altro ha saputo associare al massimo livello l’espressione estetica e la tecnologia meccanica più sofisticata. Nel corso dei suoi due secoli e mezzo di vita, la Casa ginevrina – il cui segno distintivo è la croce di Malta – ha sempre impiegato i migliori artigiani del suo tempo, al fine di ottenere i migliori risultati sia nella finitura sia nella decorazione delle sue creazioni.

Vacheron Constantin è orgogliosa di contribuire con passione alla conservazione di queste antiche e preziosi arti manuali, grazie alle quali gli esemplari prodotti dalla Casa, prima ancora che strumenti di misurazione del tempo, diventano dei veri e propri oggetti d’arte.

Claude-Daniel Proellochs
CEO Vacheron Constantin
Gli Insetti fra scienza, collezionismo ed artigianato

Una mostra di Alessandro Pappalardo
con il Patrocinio del Museo Zoologico La Specola dell’Università degli Studi di Firenze

Anno 1793, a Parigi infuria la Rivoluzione Francese. È il periodo del Terrore: nobili e religiosi sono imprigionati, ghigliottinati o deportati alla Cayenna. Un giovane prete, scienziato ed entomologo, Pierre André Latreille, si ritrova in prigione, condannato alla deportazione. Un medico incaricato di visitare i detenuti trova Latreille intento a osservare un piccolo coleottero rinvenuto sul pavimento della cella. Il medico lo prende all’inizio per un pazzo, poi gli rivolge alcune domande e il giovane detenuto gli spiega che quel piccolo insetto è una specie di grande interesse scientifico. Incuriosito, il medico porta l’insetto al famoso naturalista Bory de Saint Vincent e gli racconta tutta la storia. Bory osserva il coleottero e si rende conto che il giovane prigioniero è un entomologo provetto; riesce quindi a farlo scarcerare, salvandogli così la vita, poiché la nave diretta alla Cayenna su cui doveva essere imbarcato farà naufragio e tutti i suoi occupanti moriranno. Latreille diverrà in seguito uno dei più famosi entomologi del suo tempo. Il piccolo insetto responsabile di questi incredibili avvenimenti apparteneva a un genere nuovo per la scienza, che Latreille stesso chiamò “Necrobia”, nome che si potrebbe tradurre come “dalla morte alla vita”…
Questo curioso aneddoto ci ha portato nel ’700, secolo di grandi cambiamenti e di grandi progressi scientifici. I nobili e i ricchi borghesi erano affascinati dalle scienze naturali e in particolare dagli animali. Fra questi, gli Insetti incuriosivano per la loro varietà, ricchezza di forme e di colori. Gli esploratori riportavano dai paesi più lontani coleotteri giganteschi o farfalle incredibilmente variopinte, e questi reperti finivano nei musei o nelle collezioni private. Per inciso, nel 1785 a Firenze il Granduca Pietro Leopoldo apriva al pubblico “La Specola”, primo museo scientifico del mondo a essere reso accessibile ai visitatori. Nel ’700 e nell’800 gli studiosi pubblicavano grossi tomi sulle scienze naturali, illustrati da tavole magnifiche. I pittori e gli incisori copiavano con certosina pazienza e assoluta fedeltà ogni minimo dettaglio di quegli Insetti esotici, lasciandoci delle tavole che sono dei veri capolavori artistici. Vi era poi uno stuolo di ‘preparatori’, incaricati di stendere le ali alle farfalle o le zampe e le antenne dei coleotteri, per poter poi inserire quegli Insetti nelle collezioni, amatoriali o di studio. Infine provetti falegnami costruivano gli armadi e le teche in cui conservare i campioni.
Ovviamente al giorno d’oggi tante cose sono cambiate: la scienza ha fatto passi da gigante e le ricerche entomologiche in molti casi non si basano più solo sulla semplice osservazione delle forme e dei colori, ma si avvalgono di tecnologia più sofisticate, quali ad esempio la biologia molecolare. Tuttavia immutata è rimasta la curiosità per la incredibile varietà dello straordinario mondo degli Insetti, che oggi chiamiamo ‘biodiversità’. E immutate sono rimaste la pazienza e la passione con cui studiosi, preparatori e collezionisti sistemano le delicate ali di una farfalla o le esili appendici di un coleottero, uniti da un comune amore per la natura.

Luca Bartolozzi
Museo “La Specola” – Sezione del Museo di Storia Naturale
Università degli Studi di Firenze
“ADOTTA UN LIBRO!”
Edizioni rare e manoscritti dalle biblioteche fiorentine

L’iniziativa, ideata e promossa da Artigianato e Palazzo, con il patrocinio del Comune di Firenze, si propone come obiettivo la valorizzazione e il recupero del prezioso patrimonio librario di cui il nostro paese è custode.
Le modalità di attuazione sono molto semplici e consentono, a chi lo desideri, di contribuire in maniera diretta, al restauro e alla conservazione di antichi volumi di pregio, conservati in alcune tra le più importanti istituzioni bibliotecarie della città.
Le prime istituzioni da noi selezionate e che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa sono: l’Accademia dei Georgofili, la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, il Fondo Antico del Seminario Arcivescovile di Firenze, il Gabinetto Scientifico Letterario “G. P. Vieusseux” e la Biblioteca dell’Istituto e Museo di Storia della Scienza.
L’attività di restauro conservativo vedrà coinvolti i più abili restauratori di testi antichi di Firenze, che faranno capo a Beatrice Cuniberti e Clara Freschi Volta.
Il Comitato Scientifico appositamente istituito seguirà le fasi degli interventi conservativi; ne fanno parte personalità di spicco dell’ambiente culturale fiorentino: Anna Benedetti, “Leggere per non dimenticare”; Paola Benigni, Soprintendente Archivistica della Regione Toscana; Mina Gregori, dell’Università degli Studi di Firenze; Rosalia Manno Tolu, Direttore dell’Archivio di Stato di Firenze; Simone Siliani, Assessore alla Cultura del Comune di Firenze.
Sarà possibile contribuire al restauro secondo fasce di intervento, differenziate per tipologie e costi, che saranno consultabili su appositi elenchi.
Il tempo massimo previsto per la realizzazione del restauro è di sei mesi.
I libri restaurati saranno corredati da un’etichetta che riporterà il nome della persona, o dell’Ente, che avrà contribuito al restauro, e la data di realizzazione dell’intervento stesso.

Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani

II Premio Perseo di Banca CR Firenze

Un riconoscimento alla creatività degli artigiani da Banca CR Firenze

Firenze fucina d’ingegni e d’opere d’arte è debitrice del suo splendore alla solida tradizione artigiana che già vi fioriva prima ancora che il Quattrocento esplodesse facendo della città la capitale dell’arte. E’ infatti nelle antiche tecniche artigiane, trasmesse di generazione in generazione nell’ambito chiuso delle botteghe, che va ricercato il presupposto e la base ingegnosa della straordinaria fioritura di capolavori artistici che caratterizzò il Rinascimento fiorentino.

Per questi motivi Banca CR Firenze ha promosso questa iniziativa che intende sottolineare l’importanza del ruolo dell’artigianato nella nostra regione non solo come primaria risorsa economica ma anche come valore specifico della cultura e della tradizione. Il Premio Perseo, assegnato dalla nostra Banca all’espositore più apprezzato dal pubblico, offre in particolare un riconoscimento a chi ha saputo conservare l’arte della produzione artigiana raccogliendo la delicata eredità di una tradizione rimasta immutata nei secoli.

Banca CR Firenze, fedele ai valori che ne ispirarono la fondazione, sostiene da sempre gli interventi a favore della cultura e della tradizione e, nel contempo, contribuisce allo sviluppo delle attività produttive del territorio, confermando il proprio ruolo di azienda moderna e dinamica che opera in stretta connessione al mercato.

Banca CR Firenze S.p.A.
Il Palazzo ed il Giardino Corsini sul Prato

La facciata di uno dei palazzi lungo quello che era noto come il Prato di Ognissanti nasconde uno dei giardini più affascinanti di Firenze, la cui semplice e rigorosa bellezza riesce, ancora oggi, a riempirci di ammirazione e stupore.
Acquistato da Filippo Corsini nel 1621 insieme ad “un casamento grande cominciato e non finito”, il giardino dei Corsini viene descritto dal Bocchi nel 1677 come “delizioso… e oltre le piante nobili che l’adornano… arricchito di statue antiche e moderne”. Autore di questo “delizioso giardino” è Gherardo Silvani, l’architetto a cui Filippo e Maddalena Corsini diedero l’incarico di portare a termine la casa iniziata dal Buontalenti per gli Acciaioli, precedenti proprietari del terreno. Secondo quanto ci indicano le fonti possiamo supporre che il Buontalenti avesse praticamente concluso la costruzione del “casamento grande”, un edificio caratterizzato da un piano terreno molto rialzato rispetto al livello del prato e ben aperto alla luce e al verde del giardino. Una grande terrazza coperta costituiva l’ambiente essenziale dell’intero edificio. Oggi, del Buontalenti, riconosciamo la loggia e le grandi finestre inginocchiate mentre l’opera architettonica del Silvani si intuisce in alcuni particolari degli ambienti terreni, quali le decorazioni araldiche di alcuni architravi. È nella parte del giardino all’italiana comunque, con le sue limonaie, le aiuole geometriche dal raffinato disegno, le siepi di bosso, le conche dei limoni e il viale centrale con le statue, che si manifesta chiaramente lo spirito barocco dell’artista, la sua propensione alla scenografia. Per aumentare l’impressione di maggiore lunghezza e profondità del viale l’architetto usò l’artificio di porre le statue e i rispettivi piedistalli ad altezze via via digradanti. A ulteriore conferma che il punto di vista fondamentale era quello dal loggiato posteriore del casino verso via della Scala e non viceversa, anche il putto e i due leoni, posti al di sopra del cancello e dei pilastri laterali, sono con il volto e i musi rivolti verso l’interno e non, come sarebbe logico aspettarsi, verso la strada.
La prima metà dell’Ottocento assume un’importanza decisiva per la storia del casino e del giardino: nel 1834 questa residenza viene destinata ad abitazione di don Neri e di sua moglie Eleonora Rinuccini i quali commissionano una serie di lavori sia di carattere architettonico che decorativo. Viene rialzato il tetto, si costruisce una nuova scala a pozzo, un grande stemma di famiglia affiancato da due ippogrifi viene posto sulla facciata del palazzo e alcune sale vengono affrescate. Tra gli artisti coinvolti in questo progetto ricordiamo Ulisse Faldi, Gaetano Baccani, Luigi Giovannozzi e i pittori Giuseppe Gherardi, Gasparo Martellini e Pasquale Salviotti. Negli stessi anni anche il giardino subisce delle modifiche in chiave romantica: si creano dei boschetti, una montagnola e un laghetto, una trasformazione che è ancora oggi leggibile nelle due masse boscose che chiudono come due quinte verdi il giardino.
L’ultimo intervento sul casino è dei primi del Novecento quando fu commissionato a Vincenzo Micheli un nuovo edificio in stile rinascimentale da costruire accanto all’antico palazzo. Il giardino, come lo vediamo oggi, con la sua fioritura primaverile di cisto rosa e rosso, di lavanda, rose, peonie e ciliegi da fiore, è stato oggetto di un intervento di sistemazione da parte di Oliva di Collobiano e presenta, oltre i due parterres geometrici, le limonaie, con pavimento di terra, grandi sportelloni di legno e larghi muretti per sostenere le conche di agrumi, e un prato con tigli secolari.

Città Nascosta
La Città Nascosta è un’associazione culturale nata per promuovere la conoscenza del patrimonio artistico e storico di Firenze e della Toscana. La Città Nascosta di Firenze, fondata da Marcella Cangioli, Maria de Peverelli e Tiziana Frescobaldi, intende proporre cicli di visite guidate che hanno carattere divulgativo e non accademico, aperte a tutti coloro che desiderano saperne di più delle opere, dei luoghi artistici, della storia di Firenze, secondo una prospettiva non consueta, attenta – lo si capisce dal nome – anche ai particolari, alle curiosità celate, al volto “minore”, se non addirittura “segreto”, ma non per questo di minore interesse, della città e della regione. Il successo delle numerose iniziative di carattere culturale promosse a Firenze e in Italia negli ultimi tempi dimostra il crescente interesse da parte del pubblico per l’arte, i musei, la storia. La Città Nascosta suggerisce agli interessati un tipo di percorso alternativo e complementare rispetto alle iniziative che già esistono. Percorsi che si allontanano dalle tradizionali mete turistiche e che intendono esplorare aspetti della storia e della cultura della città partendo dal particolare. Le antiche farmacie, alcune botteghe artigiane di San Frediano, palazzi e giardini abitualmente chiusi al pubblico, i ponti lungo l’Arno, i mercati sotto le logge, una cappella recentemente restaurata, sono solo alcuni degli itinerari proposti.

L’Associazione si offre per organizzare anche eventi culturali o visite “speciali”, su itinerari da concordare. Si effettuano visite in inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Per informazioni rivolgersi a: Associazione Culturale Città Nascosta
Lungarno Cellini, 25 – 50125 Firenze – tel. 055 6802590 fax 055 6801680
www.cittanascosta.com – info@cittanascosta.com

 

 

ESPOSITORI 2005

ACCESSORI

LE CREAZIONI DI BEA
di Beatrice Buccella Lonati
via San Giovanni sul Muro, 5 – 20121 Milano
telefono 02 876843 – 333 4023903

Ho cominciato per caso nove anni fa, dovendo abbinare ad un abito elegante gli accessori adeguati. Da quel momento è nata una passione che mi ha portato a ricercare materiali preziosi ed innovativi per realizzare le mie creazioni originali ed esclusive: borse, sciarpe, fiori, mantelle e cinture. Queste ultime eseguite ad uncinetto con filo d’argento 925 con pietre vere, perle coltivate d’acqua dolce e tanto di più.
BORGO TEGOLAIO
di Gaia Pratesi
Borgo Tegolaio, 8 – 50125 Firenze
telefono 055 289519 – 338 8867666
gaiapreatesi@inwind.it

Le borsette di Gaia sono una proiezione della sua sensibilità. Non nascono inseguendo modelli codificati, ma sono il frutto di una curiosa ricerca di eterogenei materiali che lei assembla creando armonie inedite.

ALTA GASTRONOMIA

ANTICO FORNO SANTI
via di Migliana, 156 – 59025 Migliana Cantagallo (PO)
telefono 0574 981509
via Nazionale, 121r – 50125 Firenze
telefono 055 283566
www.biscottisanti.com – bgwpa@tin.it

L’Antico Forno Santi produce artigianalmente, con lavorazione interamente fatta a mano, biscotteria secca: i classici cantuccini alla mandorla, i “brutti boni” ed i biscotti al cioccolato, la nostra grande specialità.
Tradizione, genuinità e passione sono i segreti del nostro lavoro.
DE GUSTIBUS
di Piro Gerlando
via Belgio, 1 – 92010 Siculiana (AG)
telefono e fax 0922 817356
www.degustibuspiro.it – gustibus@tin.it

L’azienda De Gustibus nasce agli inizi del novecento nella borgata marinara di Siculiana Marina in provincia di Agrigento. L’azienda è conosciuta in tutta la penisola italiana e con grande spirito innovativo, elabora con passione nuove ricette sia a base vegetale che ittiche. La capacità di interpretare i gusti di una clientela sempre alla ricerca di nuovi sapori, ha favorito la nascita di prelibatezze come la crema di pesce spada affumicato e la salsa con le mandorle, senza dimenticare il sontuoso tonno all’olio, lavorato esclusivamente fresco e con materia di provenienza locale.

GIULIANO TARTUFI
Zona Industriale Sud
06026 Pietralunga (PG)
telefono 0575 62278 – 333 3914175

“Giuliano Tartufi” è l’erede di un patrimonio gastronomico nato da sapienti metodi di lavorazioni artigianali. Presenta la sua linea di prodotti derivati dal tartufo, che vanno dalla salsa tartufata al burro con tartufo bianco e nero, dalle fettine di tartufo estivo all’olio aromatizzato al tartufo e, naturalmente, al tartufo fresco.

ARGENTO

FOGLIA ARGENTERIA
di Lorenzo Foglia
via dell’Argin Secco, 2g – 50145 Firenze
telefono 055 310519 fax 055 3029958
www.fogliargenteria.com – fogliargenteria@fogliargenteria.com

La ditta Foglia Argenteria si presenta come laboratorio artigiano, specializzato nella lavorazione e produzione di manufatti vari, soprattutto in argento, più raramente in oro, ottone e rame, secondo le antiche tecniche della tiratura a martello, dello sbalzo e del cesello anche con particolare riferimento al restauro di arredi e di oggettistica diversa in metallo e non. I prodotti realizzati, nonostante abbiano linee e decori innovativi, vengono creati seguendo questa antica tradizione artigiana che in Firenze ha il suo punto più alto in Benvenuto Cellini. Nel nostro laboratorio quindi potrete trovare vassoi, cornici, pannelli con raffigurazioni sacre e non, calici ed oggetti liturgici, ciotole, servizi da caffè, centri tavola, lampade, portaceneri etc.
ARGENTIERE PAGLIAI
Borgo S. Jacopo, 41/r – 50125 Firenze
telefono 055 282840 fax 055 2398167
argentierepagliai@tiscali.it

Situato in Oltrarno, nella medievale Borgo S. Jacopo, si trova il negozio laboratorio dell’Argentiere Paolo Pagliai, un’attività artigianale che si tramanda dal 1930 e riconosciuta come esercizio storico fiorentino. Nella bottega di Paolo Pagliai si trovano, oltre a preziosi argenti e metalli d’epoca, argenti moderni e di produzione propria. Paolo Pagliai è in grado di restaurare oggetti in argento e in metallo argentato, usando antiche tecniche di lavorazione, rispettandone l’integrità e le caratteristiche peculiari. La capacità di ricostruire parti mancanti di oggetti di antiquariato, di riprodurre posateria antica, la qualità degli oggetti di sua produzione, il tutto in un’atmosfera di simpatia e di calorosa accoglienza, rendono questa bottega unica ed insostituibile, punto di riferimento per antiquari, collezionisti e clienti affezionati di tutta Italia.

BAMBOLE

STUDIO ARTISTICO GISELLA TIRABASSI
via Sante Vincenzi, 5a – 40138 Bologna
telefono 051 398284 fax 051 4296259
www.gisellabambole.it – gtdolls@tiscalinet.it

In Italia Gisella Tirabassi è stata la prima ad introdurre il “Doll Making” tanto da essere definita dalla Stampa Italiana “La pioniera del far da sé della bambola” e “L’Università della bambola”. E’ infatti insegnante della Scuola Americana “Dolls Artisan Guild” famosa in tutto il mondo per l’alta qualità dei suoi corsi di riproduzione di bambole antiche e moderne. La tecnica che usa è quella antica degli artisti di fine ’800 e primo ’900. Ha iniziato nel suo Atelier alla fine degli anni ’80 con le bambole di stoffa, poi di cartapesta e quindi di porcellana biscuit e cernit. Esegue bambole-scultura di bimbi ed anche di personaggi particolari. Gisella Tirabassi fa corsi di scultura di bambole in porcellana biscuit e cernit e da molti anni è conosciuta e rinomata per il restauro di tutti i tipi di bambole e per gli abiti, sempre curati e impreziositi da tessuti pregiati e pizzi antichi, con cui le riveste.
LA POESIA DELLE BAMBOLE
Associazione di volontariato Pantagruel
via A. Tavanti, 22a /r – 50134 Firenze
telefono 055 473070
asspantagruel@virgilio.it

Bambole, gnomi, fate dei fiori, interamente fatte a mano, con materiali naturali di prima qualità: pura lana cardata di pecora, lana filata, cotone, seta.
Il progetto è nato nelle sezioni femminili del carcere di Sollicciano – Firenze; attualmente coinvolge circa quindici donne all’interno del carcere e tre, uscite in affidamento al servizio sociale, che lavorano nel laboratorio esterno che si trova in via Tavanti a Firenze. All’esterno vengono organizzati periodicamente corsi per imparare a fare le bambole, per il ricamo e per altri hobby di tipo creativo.
“La poesia delle bambole” ha il sostegno del Comune e della Provincia di Firenze e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e lavora in rete con altre associazioni.

BIGIOTTERIA

CONSIGLI DI ANNA
via dei Servi, 73r – 50122 Firenze
telefono 055 215683
consiglidi@inwind.it

Un minuscolo negozio dove brillano i riflessi madreperlati di perle di fiume e perle coltivate, cupi granati, opalescenti labradoriti, lapislazzuli venati d’oro e diafane ametiste. Dal 1991 Anna Consigli gestisce questo laboratorio-show room reinventando le forme e i colori di gioieli in stile. Orecchini con perle scaramazze che ricordano certi dipinti barocchi, bracciali con piastrine fitte di piccolissime perle che sembrano usciti da un’immagine di Botticelli, sontuose spille Liberty cariche di pietre e perle e rigorosamente bagnate nell’oro rosso. E poi collane a più fili con enormi perle rosa o grigie, gorgiere di granati e cristalli fumé, un tuffo nel più autentico artigianato fiorentino che sa reinterpretare con fantasia e buon gusto la propria secolare tradizione.
LE CREAZIONI DI ESA
di Rosa Esa Sciutto
via A. Costa, 1 – 20131 Milano
telefono 02 2891525 – 348 7081574

Cristalli: trasparenze e magie della natura, colori e forme sempre nuove, dal cristallo di neve così bello e così caduco al cristallo di quarzo così luminoso e così forte.
Queste trasparenze, varie nei colori e nelle forme, mi hanno attratta al punto che ho sentito naturale cimentarmi con esse nel creare forme nuove che riproducessero le concrezioni stellari che solo al microscopio si possono ammirare.
CAMILLA RAGGI DE’ MARINI
via Ghibellina,66 – 50122 Firenze
telefono 338 8319682
camillaranieri@tin.it

Ha iniziato quasi per gioco, dopo una laurea in medicina, creando collane per le amiche che sfilavano in una vendita di beneficenza. Incoraggiata dal successo ottenuto e, soprattutto, obbedendo a questo suo antico e mai sopito amore, escono dalle sue mani collane, orecchini e gemelli, combinando la gamma infinita dei colori delle pietre dure, come diaspri, quarzi, agate e delle pietre semipreziose come ametiste e citrini.

BRONZO

DUCCIO BANCHI
via de’ Serragli, 10r – 50124 Firenze
telefono 055 294694
banchi@email.it

Duccio Banchi impara il mestiere del bronzista da suo padre Lamberto, artigiano da lungo tempo. In questa bottega si realizzano oggetti in bronzo ed ottone su proprio modello e su richiesta del cliente. Fra questi cornici, specchi, piccole decorazioni stilizzate, fregi, appliques, maniglie e quant’altro, sempre avendo cura della qualità.
La bottega di via de’Serragli è anche il posto giusto per il restauro di bronzi antichi.
IL BRONZETTO
via Romana, 149/151r – 50125 Firenze
telefono 055 229288 fax 055 2298041
www.ilbronzetto.com – info@ilbronzetto.com

Specializzata nel restauro di oggetti antichi, nella produzione di accessori per bagno e di pregevoli maniglie per porte, naturalmente in ottone e bronzo, Il Bronzetto è una bottega artigiana, dove nascono creazioni frutto di esperienza e di sensibilità.
Altrettanto vanto le viene dalla realizzazione di preziosi candelabri in stile ’700 e ’800, nonché di lampade da tavolo in cristallo abbinato a deliziosi particolari in ottone dorato. La tecnica usata è assolutamente antica, mentre il design sa adattarsi ai tempi.

CAMMEO

CRESCENZO OMBRETTI
via Felice Romano, 16 – 80059 Torre del Greco (NA)
telefono e fax 081 8810491
crescenzosimo@libero.it

La ditta “Crescenzo Ombretti” nasce a Torre del Greco, nella capitale del cammeo e del corallo. Crescenzo Ombretti, incisore di cammei e titolare dell’omonima ditta, con maestria e professionalità, è sempre alla continua ricerca della raffinatezza e della bellezza, espressioni queste di un puro processo artistico di altissimo livello. Ogni suo pezzo è unico: l’incisione sottile e raffinata, la delicatezza dei profili, le proporzioni nei dettagli esprimono originalità, creatività e cultura. Le sue esperienze, maturate nel corso degli anni stando, anche, a contatto con società diverse – Giappone, Corea, Spagna, America – lo rendono protagonista di un perfetto e qualificato connubio tra originalità, tecnica e passione. Ogni gioiello, realizzato interamente a mano con materiali naturali, interpreta, con minuziosa attenzione e cura, il gusto, la personalità ed il desiderio di chi ne faccia richiesta.

CAPPELLI

MARCELLA BITOSSI
via Guido Guidi, 2 – 50056 Montelupo Fiorentino (FI)
telefono 0571 541423
Marcella Bitossi realizza cappelli e borse con diversi materiali, come la paglia, il rascello, la rafia e la stoffa, intrecciati interamente a mano.
I cappelli vengono realizzati sia per adulti che per bambini, con o senza tesa, a cuffia, alla pescatora, da cerimonia e da sole.
I materiali utilizzati hanno varie tipologie di colore, sia tinta unita che multicolore.

FRANCESCO CAMPAGNI
via Pianigiani, 10 – 53100 Siena
telefono 0577 40231

Francesco Campagni continua con passione la tradizione della sua famiglia, di origine fiorentina, che da cinque generazioni crea a mano cappelli da donna e li presenta nell’ormai storico negozio aperto a Siena dal 1929.
Il cappello fatto a mano è unico, uno stesso modello produce esemplari simili ma non uguali. La realizzazione non è quindi un iter ripetitivo, ma ogni volta è un confronto con se stessi: mentre gli esemplari vengono lavorati, con la mano è possibile analizzare le piccole differenze della materia che vengono utilizzate, ed assecondandola si ottiene plasticità e leggerezza del prodotto.
La creatività è il motore per eseguire i modelli, che non potranno mai essere di serie, ed essendo fatti su misura, “calzano” in maniera corretta, sviluppando così appieno la linea che era stata pensata e realizzata.
SARA DEL MORO
Lungarno delle Grazie, 18 – 50122 Firenze
telefono 055 2346523
La ditta Del Moro fu fondata nel 1931 da Adelmo Del Moro e quest’arte si è tramandata di generazione in generazione. L’alta qualità dei cappelli è derivata dalla continua ricerca di nuovi materiali e tecniche di lavorazione sempre più sofisticate; per questo i cappelli ‘Del Moro’ vengono richiesti, oltre che in Italia, anche in tutta Europa.

CARTA

MARIA NELLA LASSUEUR
Piazza Paolini, 3 – Località Torri – 53010 Rosia – Sovicille (SI)
telefono 349 3651448 fax 0577 345684 – ceraboris@libero.it

LUCIA VOLENTIERI
via Trento e Trieste, 24 – 53011 Castellina in Chianti (SI)
telefono e fax 0577 741133 – www.luciavolentieri.com

Maria Nella Lassueur e Lucia Volentieri hanno conseguito nel 1985 il diploma di maturità nella sezione ceramica, presso l’Istituto d’Arte applicata “Duccio di Buoninsegna” di Siena. Nei loro rispettivi laboratori realizzano creazioni in ceramica e carta. In alcune occasioni collaborano per progetti comuni mantenendo tuttavia ciascuna la propria individualità creativa.

“Il vivere delle creature è come un correre, come un galoppare:
non v’è moto che non porti cambiamento
non v’è momento che non porti variazione.
Che fare e non fare?
Certamente devi fare in modo di trasformarti.”
(chuang tzu)

CARTA INTAGLIATA

SHUNKAN
4-20-11 Hosoya-cho Toyota-shi Aichi-ken (Giappone)
telefono 0081 565 289520 – 333 6601212
shunkan@hm6.aitai.ne.jp

KIRIE: intaglio della carta, molto diffuso in diverse parti del mondo, consiste nel creare la figura ed il disegno tagliando la carta con le forbici o un coltello. In Giappone, durante il teatro di varietà, si poteva talvolta assistere ad un gioco di abilità tra gli artisti che consisteva nel tagliare e formare la figura estemporaneamente. Le opere di Shunkan, artista approdato a questa particolare tecnica, sono particolarmente apprezzate per il loro carattere sottile, audace e per lo stimolante incontro tra gli elementi antichi e moderni.
In questi ultimi anni crea i ritratti di artigiani fiorentini.

CERAMICA

MARTA CANGIOLI
via della Scala, 42 – 50123 Firenze
telefono 055 2396407 – 328 6955903

Marta Cangioli ha frequentato l’Istituto d’Arte di Firenze e di Fermo ed in seguito si è perfezionata presso vari laboratori, dedicandosi specialmente alla decorazione. Cinque anni fa è stato determinante l’incontro con il maestro vasaio Romano Pampaloni con il quale si è dedicata alla lavorazione al tornio presso la Madonnina del Grappa a Villa Guicciardini. Da un paio di anni ha avviato un suo laboratorio, con forno, situato nella stessa struttura, dove si dedica alla decorazione di pezzi anche fatti da lei. I motivi decorativi che predilige sono quelli geometrici arricchiti da alcuni ricami, ispirati a ceramiche antiche.
STUDIO D’ARTE CERAMICA
di Luciano Landi
via Magenta, 28r – 50123 Firenze
telefono e fax 055 282762 – 335 5336696
landiluciano@interfree.it

Si può affermare che siamo in presenza di un ceramista che, utilizzando le tecniche tradizionali, si esprime con un linguaggio moderno. La sua attività è divisa in due filoni: i pezzi unici e la produzione. I pezzi unici sono: i pannelli, gli antivasi, i personaggi, le bestie, le bottiglie della Nadia, i cavalli di Troia e gli ultimi “Andiamo”. Alcune di queste opere sono pubblicate, altre fanno parte di collezioni museali. La produzione va da piccoli animali che, progettati nel 1974, sono stati oggetto di una lezione tenuta ad una scolaresca di Faenza presso il Museo Internazionale delle ceramiche, nell’ambito dell’attività di “Giocare con l’Arte”, per continuare con i complementi d’arredo (Pollaio 2001, La cavalcata degli Zuzu) e i fischietti di terracotta rilanciati alla fine degli anni ’70. Partecipa a mostre in Italia ed all’Estero. Ha insegnato decorazione su porcellana a Capodimonte (NA), arte ceramica in un Istituto d’Arte ed Educazione Artistica nella scuola media.
ROMANO PAMPALONI
dell’Opera Madonnina del Grappa
“Villa Guicciardini” via di Montughi, 55 – 50139 Firenze
telefono 055 475006 fax 055 485741

Romano Pampaloni, nato all’Impruneta, ha lavorato dal 1951 nella Ditta Romagnoli dell’Impruneta, partecipando ogni anno con i suoi manufatti di maiolica a mostre in varie parti del mondo: Francoforte, Parigi, Londra, Melbourne, Tokio. Le sue ceramiche – anfore ed oggetti vari – sono servite per la realizzazione di film biblici a Cinecittà.
Dal 1991 è insegnante di tornio nel laboratorio di ceramica dell’Opera Madonnina del Grappa a Villa Guicciardini, via di Montughi 55, partecipando alle mostre annuali di Villa Guicciardini, Forlì, Galeata, Brescia e nella sala di Brunelleschi dell’Ospedale degli Innocenti, in piazza Santissima Annunziata, nel 1994.
IL POGGIO
di Babette Stutz
via il Poggio, 10 – S. Vincenzo a Torri – 50018 Scandicci (FI)
telefono 055 769147 fax 055 769942
stutzba@katamail.com

Pittrice, con una formazione completata all’Accademia di Belle Arti di Firenze.
Predilige il materiale locale, la terra rossa, la cottura effettuata a temperatura medio-alta. Le forme sono tornite nel suo spazio-laboratorio vicino a San Vincenzo a Torri.
Le decorazioni sono dipinte a mano con la tecnica dell’engobbio e fa uso di smalti scelti, per creare pezzi unici. Il loro carattere semplice e rustico, con richiamo alla tradizione locale, è allo stesso tempo elegante e si inserisce bene in vari ambienti, dalla casa colonica all’appartamento di città. I piatti e vasi d’uso quotidiano sono completati da una linea di oggetti decorativi, quali le colombe portafiori e altri.

COLTELLI

COLTELLERIE SALADINI
via Solferino, 17a/19/21 – 50038 Scarperia (FI)
telefono 055 8431010 fax 055 8468946
www.coltelleriasaladini.it – info@coltelleriasaladini.it

Saladini: la cultura e l’arte dei maestri coltellinai

La storia della coltelleria Saladini inizia insieme all’arte coltellinaia di Scarperia. Una tradizione che si ritrova oggi in un’ampia gamma di coltelli da collezione, da cucina e da tavola, oltre ai tagliasigari e il tirabusciò che funziona al contrario di tutti gli altri: premendo e non tirando. Ogni prodotto è frutto di passione e professionalità, racchiudendo in sé tradizione e modernità. I coltelli, assemblati a mano nei laboratori Saladini, sono curati in ogni dettaglio con particolare attenzione ai materiali pregiati: olivo, bosso, bufalo, corno bovino, cervo e osso.

CONCHIGLIE

ANNA MARIA-ELLENA PONZIO
Strada del Meisino, 85 – 10132 Torino
telefono 011 8997499 fax 011 8980143
www.annamariaponzio.com – info@annamariaponzio.com

L’eleganza delle conchiglie nella decorazione

Si eseguono lavori su ordinazione:
mobili, ambientazioni, rivestimenti bagni e complementi d’arredo.

CUOIO

CORA&DEE
via delle Convertite, 9 – 00187 Roma
telefono e fax 06 6795008
www.corandee.com – cora@corandee.com

Lo storico negozio di scarpe e borse “Funaro”, fondato nel 1924, è il regno della maestria artigianale. Quest’anno l’attività è stata rilevata da due ragazze trentenni, Dee Gaspari, nipote della signora Funaro, e Cora Recchi, ed è stato introdotto un nuovo brand, chiamato appunto Cora&Dee.
Mantenere viva la tradizione artigianale, garanzia di qualità, è la mission di Cora e Dee, perché è all’origine della creatività italiana.
La linea Cora&Dee propone scarpe, borse e accessori di altissima qualità, lavorati a mano dai maestri artigiani che hanno scritto la storia del negozio.
PAOLO CARANDINI
via de’Macci, 73r – 50122 Firenze
telefono 055 245397 – 055 2008456
paolocarandini@hotmail.com

Con leggerezza, a fior di pelle, si tratta di pesci fuor d’acqua e altri racconti.

DECORAZIONE ED OGGETTI

BEATRICE CORRADI DELL’ACQUA
via S. Giovanni sul Muro, 4 – 20121 Milano
telefono e fax 02 86996434 – 340 3973943
beacorr@hotmail.com

Beatrice Corradi Dell’Acqua produce nel suo laboratorio una vasta gamma di oggetti da lei decorati: cornici, scatole, piani di tavoli, paraventi, lampade, vassoi e altri complementi d’arredo.
I suoi lavori riproducono su legno, con grande perizia, i caratteri del marmo e delle pietre dure, traendo ispirazione dall’arte cinquecentesca del “commesso”.
Tale metodo di decorazione permette il recupero dei temi tipici della tradizione antica – frutta, fiori, animali, paesaggi – che vengono inoltre rielaborati con tecniche innovative e utilizzando stili più moderni, ad esempio il liberty.
ORNELLA DIVARI
via Chiana, 35 – sc. 5 int. 1 – 00198 Roma
telefono 06 8551255

Diplomata con il massimo dei voti alla prestigiosa École de Peinture “Van der Kelen” di Bruxelles, apprende varie tecniche, tra cui il finto marmo, il finto legno, la finta tartaruga, gli intarsi, lo stencil, il trompe l’œil figurativo e le applica su qualsiasi supporto.
Le sue opere murali e decorative fanno parte della Chiesa di San Carlo al Corso a Roma, del Palazzo Valadier a Piazza del Popolo, della Villa Banfield a Trieste, della Villa Magli a Bologna, della Villa Giolitti a Torino e del Laboratorio di Restauro Ferraresi di Torino.
Lavora per privati ed architetti.
CRISTINE DRUON
via Gran Bretagna, 145 – 50126 Firenze
telefono 339 1693244

Cristine Druon realizza pitture su stoffa per tende, tovaglie, pannelli e pezzi per tappezzeria, come anche pannelli dipinti su legno, vetro o plexiglass, patine su mobili, greche e trompe l’œil.
GRANAIO VERDE
di Evelina Ricci Curbastro
via Adro, 37 – 25031 Capriolo (BS)
telefono 030 7460275
dalfonso.g@tin.it

Il Granaio Verde è nel rustico di un’azienda vitivinicola in Franciacorta. Propone mobili ed arredi del nostro passato, mescolando ricco e povero e, talvolta, reinventando l’uso degli oggetti. Dal 2004 ha avviato anche una produzione artigianale di coprilampadine in perline di cristallo infilate a mano. Sono particolarmente adatti per appliques in bronzo dorato e lampadari. Si calzano sulla lampadina come un guanto e riflettono la luce moltiplicandola in un gioco di riflessi straordinari.
MAURA MILANI MARABELLI
via Troubetzkoy, 25 – 28900 Verbania
telefono 0323 501454 – 347 1061959
mira.beau@libero.it

Appassionata della natura (e di natura appassionata) usa i fiori e le foglie come elementi grafici base per creare motivi, decorazioni e fantasie che accosta alla scrittura e alla pittura ad acquerello. Realizza con estro, pazienza e precisione, quadri, album per fotografie, quaderni, segnalibri, libri e diari.
INES PADERNI ZERBONE
via Albaro, 14/8 – 16145 Genova
telefono 010 313796 – 339 7170232
inespaderni@libero.it

Ines Paderni Zerbone produce pannelli decorativi dipinti su tela con colori acrilici, usando la tecnica della sovrapposizione del colore e mantenendo la trasparenza tipica dell’acquerello. I pannelli, inoltre, sono rifiniti con sete pure variopinte che conferiscono agli stessi un tocco di eleganza e preziosità. Le tematiche più frequenti sono quelle orientali, quali pesci e scimmie insieme a coralli, wunderkammer, vasi antichi e gabbiette. Le dimensioni vanno da 1,20 m. di altezza per 0,60 m. sino a 2 m. per 1,20 m.
ROSSO & DINTORNI
di Kathaline Page-Guth e Giovannella Montorselli
via B. Gozzoli, 3 – 50124 Firenze
telefono 055 223445 – 347 3387171
www.rossoedintorni.it

Imitazioni di coralli fatti rigorosamente a mano, silhouettes, ritratti e curiosità artigianali create da Giò e Kati.
BARBARA RUCELLAI e ANNALISA MINERVINI
Piazzale di Porta al Prato, 37 – 50123 Firenze
telefono 055 291564

Costruzione e vendita di case e mobiletti in miniatura; room-box a soggetto su richiesta.
Accessori in miniatura: dolci, fiori, ricami, tappeti, orologi e cibo, tutto in pasta sintetica.
Inoltre soggetti marini e trionfi di coralli fantasia.

DECOUPAGE

IL DECOUPAGE
di Vittoria Verani
via Cairoli, 5 – Case Nuove – 50053 Empoli (FI)
telefono 0571 924090 – 333 3001821

Decoupage artistico, realizzazioni in vari stili: country, print room, lacca veneziana, fiammingo. Insegnante presso comuni e corsi privati nella mia sede.

FALSI D’AUTORE

GIACOMO INNOCENTI
via Bolognese, 90 – 51033 Pistoia
telefono e fax 0573 903253
www.innocenticeccarellidipinti.com – giacomx1@virgilio.it

Giacomo Innocenti esegue in maniera artigianale riproduzioni di dipinti antichi, riproponendo meticolosamente le tecniche ed i materiali dell’opera originale.
È specializzato nella pittura fiamminga ed olandese del seicento ed in quella italiana dal cinque al settecento.
Realizza dipinti ad olio su tela, tavola e rame, acquerelli e tempere su carta e pergamena, e ritratti.

FERRO BATTUTO

IL FERRO BATTUTO
di Fiammetta Ponti
via Rapezzi, 21 – 59100 Prato
telefono e fax 0574 32382
www.il_ferro_battuto@tiscali.it

Da tempi lontanissimi il ferro, simbolo di potenza e di forza, viene lavorato e trasformato per dare vita ad oggetti dalle mille fisionomie. La nostra Ditta, particolarmente attenta alle infinite possibilità che questa lavorazione artigianale permette, unisce affidabilità, innovazione e conoscenze tecniche, vantando una lunga esperienza. La materia fredda si anima e prende vita sotto i fendenti rudi e carichi di sentimento e passione, creando articoli eterni ed unici, completamente lavorati a mano: opere ricche di tradizione che danno sensazioni palpabili, riportando alla memoria l’antico fascino dei virtuosismi rinascimentali.
MECART
di Simone Cei & C.
via Lombarda, 46b – Località Comeana – 59015 Carmignano (PO)
telefono 055 8710107 fax 055 8710092
info@mecartsas.it

La Mecart nasce nel 1991 sulle basi di un azienda familiare con esperienza
quarantennale nella lavorazione del ferro. Oggi, con la collaborazione
dell’architetto Mariotti e dello Studio Grafico Fiaschi, sono stati realizzati gli
oggetti che proponiamo e che rappresentano una novità nel settore
dell’arredamento, sia per interni che per esterni.

GIOCATTOLI IN LEGNO

SERGIO MILANI
via Madonnetta, 11 – Ospedaletto Euganeo (PD)
telefono 0429 90731
srgmil@tin.it

Trascorsa l’infanzia e la gioventù nella bottega del padre a costruire per diletto piccoli giochi in legno, nella maturità dedica l’attività lavorativa all’insegnamento delle discipline artistiche e, come designer, alla collaborazione con le più note industrie italiane del giocattolo. Recentemente rivolge nuovamente l’attenzione al legno e ai suoi vecchi giochi; nasce così “WHIM”, una collezione di piccoli giochi in legno dipinti a mano, frutto di una produzione artigianale di alto valore artistico, che comprende piccoli cavallini e altri giocattoli che ravvivano il ricordo dei vecchi giochi d’infanzia.

IMBALSAMATORE

FRACTANATURAE
di Alessandro Pappalardo
via della Chiocciolaia, 25 – 50025 Montespertoli (FI)
telefono e fax 0571 676345
www.fractanaturae.com – info@fractanaturae.com

La passione e la meraviglia per i prodigi della natura guidano la mia mano nel produrre oggettistica per l’arredamento a tema naturalistico. Nei miei viaggi intorno al mondo ho avuto modo di ispirarmi ricordando il fascino dei grandi viaggi, ove si raccoglievano esemplari anche di insetti da riportare nei musei come cose preziosissime. Nei laboratori di questi musei, abilissimi preparatori sistemavano i reperti con monacale pazienza per inserirli in prestigiose collezioni. Io tento di mantenere viva questa arte, che purtroppo oggi è pressoché scomparsa in una cultura dove predomina la riproduzione artificiale e seriale. Quasi per gioco ho iniziato a realizzare quadri a tema naturalistico e, visto l’apprezzamento e l’incoraggiamento degli amici che li ricevevano in regalo, nel luglio dello scorso anno ho aperto una ditta. Nella fattispecie i miei quadri, con farfalle e insetti veri, ripropongono l’afflato museale vivacizzato da una grafica originale che, insieme all’esattezza dei dati scientifici forniti, fanno dei miei quadri oggetti realmente evocativi.

LEGATORIA E TIPOGRAFIA

TIPOGRAFIA LEGATORIA F. BROGI
via Masaccio, 23r – 50132 Firenze
telefono e fax 055 581221
www.tipografiabrogi.com – info@tipografiabrogi.com

Nasce nel 1920 nel Centro Storico di Firenze, e negli anni ha conservato la cultura e la tradizione della stampa tipografica con caratteri mobili in fusione di piombo. Nel 2002 lascia l’antico fondo di Palazzo Martelli e si trasferisce in via Masaccio. Nella sua “bottega” si percepisce ancora la ricerca della qualità del prodotto artigianale e artistico: carta da lettere, da visita, partecipazioni di matrimonio, rilegature conservative, libri, tutto nasce dal desiderio del cliente e viene realizzato per mantenere vivo il gusto, la classe, la raffinatezza, valori che non possono e non devono svanire, anche nella modernità.
La Tipografia Brogi è inserita nell’albo degli Esercizi Storici Fiorentini ed ha partecipato, con successo di pubblico, alla Collaterale dell’Artigianato per la Mostra del Botticelli a Palazzo Strozzi.

LEGATORIA

CRISTINA DE LASSOTOVITCH e BENEDETTA DI VALMARANA
via Wittgens, 12 – 20123 Milano
telefono 349 7757251 – 349 0698080
marq.pt@fastwebnet.it – bendival@libero.it

Benedetta di Valmarana e Cristina de Lassotovich lavorano la carta, la pelle, le stoffe e i velluti pregiati per creare, in maniera artigianale, “cose uniche”: album e libri-firme cuciti a mano con carta di Amalfi, portainviti settimanale su imitazione di vecchi modelli, portafoulards in velluto e camoscio personalizzati.
Parallelamente eseguono rilegature e restauri di libri antichi.
PARIONE
via Parione, 10r – 50123 Firenze
via dello Studio, 11r – 50122 Firenze
Laboratorio: via de’Pucci, 4 – 50122 Firenze
telefono 055 2776300
www.parione.it – info@parione.it
Casa fondata nel 1923

Con sede in Palazzo Pucci rilega e restaura artigianalmente – con pelli, pergamene e carte decorate – libri, diari, serviti da scrivania e album fotografici; particolare attenzione viene riservata ai dettagli, come gli interni in carte fatte a mano o le vergate della cartiera Magnani, le decorazioni a secco o a foglia d’oro. I lavori tipografici e litografici vengono realizzati su carte di cotone, cellulosa e uso mano con stozzi, bottelli e incisioni a secco di propria produzione.

LEGNO DI ULIVO

LEGNO E MARE
di Gabriele Cheli
via Guarducci, 25 – 57100 Livorno
telefono 0586 400454 – 340 7722094
legnoemare@aliceposta.it

Il legno d’olivo riunisce in se qualità di estetica, robustezza ed igiene. Bagnato a fine lavorazione con semplice olio di semi di mais, il legno d’olivo scurisce notevolmente, mostrando le sue affascinanti venature. Questo trattamento inoltre, ripetuto periodicamente, impermeabilizza il legno rendendolo quindi adatto all’uso in cucina.
Piatti fondi e piani, cucchiai, insalatiere e taglieri sono realizzati in legno d’olivo stagionato, facendo uso di semplici tecnologie (tornio).

MOBILI DA GIARDINO

TECTONA
1036, rue du Bac – 75007 Parigi (Francia)
telefono +33 1 47030505 fax +33 1 47030605
Showroom: via Marsala, 7 – 20121 Milano
telefono e fax 02 6575994
www.tectona.net

Da oltre 25 anni, Tectona è in Francia il massimo riferimento nel settore dei mobili da giardino in teak. Il suo successo nasce da un know-how superiore, dal rispetto della tradizione e dei valori che da sempre hanno sostenuto il suo nome.
Tectona esporta in tutto il mondo.
Prodotti: mobili da giardino in teak, in resina intrecciata, sdraio, panchine, grandi ombrelloni e accessori.

MOSAICO

FRAMMENTI DI LUCE
di Chiara Manlio
Corso Piemonte, 125 – 73100 Taranto
telefono 099 7363732 – 3385488699
iaframmentidiluce@inwind.it

Le creazioni di Chiara Manlio prendono spunto dalla tradizione del mosaico e della pittura su vetro, conferendo nuova luce agli oggetti ed ai complementi d’arredo d’uso quotidiano rendendoli adatti anche agli ambienti più sofisticati. Il senso estetico e le idee più esclusive sapranno soddisfare ogni esigenza.

OREFICERIA

ANNA GIOIELLI
di Anna Maria Tracchi
via IV Novembre, 53 – 50060 Tosi – Reggello (FI)
telefono 055 864672
www.annagioielli.com

Laboratorio artigiano orafo che realizza gioielli e collane, con modelli esclusivi e unici, realizzati seguendo le caratteristiche delle pietre e curati nei minimi particolari, come nella tradizione dell’artigianato artistico fiorentino.
IL GALEONE
via Cecco Angiolieri, 3 – 53100 Siena
telefono 0577 47348
giudicigioielli@libero.it

Il Galeone crea oggetti artistici in argento e oro in stile moderno, ottocentesco e rinascimentale. Il cuore artistico di questa azienda artigiana è il maestro d’arte Giovanna Giudici che, dopo essere stata allieva del maestro senese Passerini, ha sviluppato le proprie tecniche di lavorazione quali il traforo, la piegatura a freddo del metallo e la rifinitura manuale del pezzo. Giovanna inoltre dirige da cinque anni il corso esterno di oreficeria presso l’Istituto d’Arte di Siena. La parte tecnica e gestionale è affidata a Federico Biagi che, dopo alcuni corsi di perfezionamento a Milano ed Arezzo, si è unito a Giovanna aprendo un laboratorio insieme nel cuore di Siena e partecipando a numerose mostre individuali e di artigianato in Italia e all’Estero.
PHILIPPA KUNISCH
103a Tollington Way – London N7 6RE Gran Bretagna
telefono 0044 20 72720066

Di origine inglese, Philippa Kunisch è una costume jewellery designer di grande successo a Londra, che produce una vasta gamma di orecchini, collane, braccialetti e cinture.
I suoi lavori oscillano da pezzi dall’aspetto molto delicato ad altri più vigorosi, tutti definiti da un estrema importanza data al colore, sia esso classico o più esuberante.
I suoi gioieli sono principalmente fatti con filo e perline di vetro, cristalli, pietre semi preziose, trucioli e terracotta.
I pezzi di Philippa Kunisch sono realizzati con una tecnica particolarissima, che lei stessa ha sviluppato negli ultimi sei anni, e che è così diventata un suo vero e proprio “marchio di fabbrica”.
Philippa Kunisch dimostrerà in Mostra la lavorazione di alcuni pezzi unici e straordinari ed esporrà i suoi pezzi di design, diponibile a prendere ordini e commissioni personali.
DÖRTHE LÜTKEMEYER
via Montetermini, 1 – 50025 Montespertoli (FI)
telefono 0571 669546 – 338 1965194
schmuckdesign@libero.it

I miei gioielli sono da me creati e relizzati artigianalmente: si va da disegni strettamente geometrici a forme molto dolci e giocose come cuore e fiore.
Tanti pezzi unici realizzati in forme grandi e appariscenti. Filo conduttore di quest’anno sono le perle, di tutte le misure e colori.
CESARE MEINI
via Unità Italiana, 22 – 50067 Rignano sull’Arno (FI)
telefono e fax 055 8348123
www.gioielleria-meini.com
Gioielli creati artigianalmente in stile fiorentino rinascimentale, eseguiti con traforo ed incisione con bulino a mano. Pezzi unici studiati e relizzati con disegni geometrici ed ornamentali. I diamanti incastonati nei vari fiori, foglie, girali e losanghe creano, insieme alla lavorazione, gioci di luce ed ombre che ingentiliscono la leggerezza dei ricami.
PENKO – BOTTEGA ORAFA
di Paolo Penco
via F. Zannetti, 14-16r – 50123 Firenze
telefono e fax 055 211661
www.penkofirenze.it – info@penkofirenze.it

La perfezione come metodo, l’arte come strumento
La Penko Bottega Orafa, situata nel centro storico di Firenze, crea gioielli e argenti realizzati con le antiche tecniche di lavorazione tipiche della tradizione orafa fiorentina.
Paolo e Beatrice Penko, nella loro bottega di stampo rinascimentale, con una perfetta integrazione di ruoli, eseguono personalmente, a mano, per una clientela particolarmente attenta ed esigente, sia in ambito nazionale che internazionale.
America e Giappone guidano, infatti, con gran successo, il progetto di internazionalizzazione del marchio Penko.
T. PESTELLI
di Tommaso Pestelli
Borgo SS. Apostoli, 20r – 50123 Firenze
telefono e fax 055 2302488
www.pestelli.com – pestelli.com@tiscalinet.it

La ditta Pestelli, che propone gioielli con raffinato gusto dal 1908, arricchisce oggi con Tommaso Pestelli questa tradizione di famiglia. Grazie alle esperienze intraprese nel campo del Restauro (presso l’Opificio delle Pietre Dure) e della Scultura (all’Accademia di Belle Arti), Tommaso crea sorprendenti oggetti d’arredamento realizzati in oro, argento, pietre dure. Opere uniche nel loro genere, ispirate al gusto ed alle atmosfere del passato, adatte per una moderna ed esclusiva Wunderkammer. Nel suggestivo atelier, con sede in Borgo SS. Apostoli, anche la clientela più esigente potrà essere soddisfatta e trovare una risposta per realizzare propri desideri.
DONATELLA RIGHI FORTUNA E ANDA E GIULIA CUCCIA
Piazza Regina Margherita, 12 – 00198 Roma
telefono 347 4462252 – 338 5714369
donatellarighifortuna@yahoo.it

Donatella Righi Fortuna vanta un debito culturale nei confronti delle civiltà più remote, tra classicità e tradizione etnica. Un nomadismo culturale frutto di numerosi viaggi di studio e di ricerca dei materiali: una paziente selezione di pietre dure, pietre preziose e paste vitree che, successivamente, diventano inserti “unici” per le composizioni in oro a 21 carati. Nascono così bracciali, collane, spille, anelli, che prendono corpo da sottili lamine, prima trafilate, poi sbalzate e cesellate. Le creazioni più recenti reinterpretano, nei materiali e nei canoni, i più rari gioielli etnici; è il colore delle pietre e degli inserti ad ispirare il disegno e il ritmo. Le tinte accese e gli intervalli creati da dischi e piccole coppe in oro avvolgono i gioielli di una seducente luce iridata.
SAFÏR
di Armando Blasi
via Acclavio, 18c – 74100 Taranto
telefono 347 6159765

Armando Blasi, diplomato presso l’Istituto d’Arte di Grottaglie, frequenta, dall’età di 13 anni, il laboratorio orafo del Maestro Cantù in Taranto.
Riprende le iconografie, tratte dal vasto repertorio musivo magno-greco, dei preziosi corredi funebri tarantini che gli offrono spunti per soluzioni personali e chiavi di lettura aperte ad altri linguaggi espressivi.
Vincitore di svariati concorsi artistici, insegnante, membro di giurie artistiche.
Modella oro e pietre – preziose e non – al passo coi tempi, ma con uno sguardo al patrimonio artistico tarantino.

PARALUMI

CAGGÌ
di Giovanna Carratori
via Renato Fucini, 14 – 56127 Pisa
telefono 050 543144
www.caggi.it – info@caggi.it

Caggì progetta e realizza paralumi costruiti a mano, utilizzando stoffe in cotone, lino, seta, dalle più svariate tonalità di colore con passamanerie raffinate e particolari. Nascono così lumi da tavolo, appliques, torcere in legno, ceramica, plex e ferro – tutti quanti originali nella loro forma, dimensione e tonalità cromatica. In base al lume, antico o moderno, viene caso a caso progettata la forma del paralume, prendendo a riferimento modelli classici, o ricorrendo a forme nuove ed originali. Se ne elabora, quindi, il disegno, si sceglie il tessuto ed il tipo di decoro. La descrizione delle varie fasi di lavorazione mette in evidenza quanta creatività, amore e pazienza occorrono nello svolgere questa attività artigianale.

PENNE STILOGRAFICHE

MONTEGRAPPA
via Ludovico di Breme, 44/45 – 20156 Milano
telefono 02 3026367 fax 02 3026605
www.montegrappa.com – info.montegrappa@montegrappa.com

Montegrappa, la prima manifattura italiana di penne, dal 1912 è al servizio del piacere di scrivere a mano. Nata a Bassano del Grappa, in una zona che è patria per eccellenza della tradizione orafa artigianale, Montegrappa da sempre unisce i materiali più preziosi (platino, oro, argento, celluloide) alle tecniche di lavorazione artigianale più sofisticate come l’incisione a bulino, con punta di diamante, smaltature e microfusione, e al design più tipicamente italiano per realizzare autentici oggetti d’arte, unici perchè fatti a mano e destinati a chi ama le cose belle fatte con arte.

PERLINE DI VETRO

GIOVANNA POGGI MARCHESI
via Terraglio, 248 – 31022 Preganziol (TV)
telefono 0422 330776
cmarchesi@aliceposta.it

Una lunga esperienza permette a Giovanna Poggi Marchesi di realizzare fiori con le perle di vetro di Murano, creando veri e propri bouquets di luce secondo le antiche tradizioni veneziane.
Si possono realizzare piccoli giardini in miniatura o decorare abat-jour. Le perle di vetro sono da sempre conosciute anche per essere indossate: nascono così collane ed originali gemelli da camicia.
VINCENZO SPANÒ
via di S. Gaggio, 25 – 50125 Firenze
telefono 055 2047233

Continua il percorso creativo di Vincenzo Spanò, che racconta se stesso e il momento storico che stiamo vivendo attraverso le sue collane un po’ matte e un po’ retrò.
Forse retaggi d’infanzia, comunque piene di poesia…

PIETRE DURE

LE PIETRE NELL’ARTE
di Renzo Scarpelli e C.
Piazza Duomo 36r – 50122 Firenze
via Aretina 160/171/173r – 50136 Firenze
telefono e fax 055 212587
www.scarpellimosaici.it – info@scarpellimosaici.it

I Maestri d’Arte Scarpelli proseguono l’antica lavorazione del “commesso fiorentino” seguendo le tecniche tramandate nel tempo, di padre in figlio, fin dal 1500. I capolavori artistici da loro creati, emergono dalla profonda esperienza nella selezione delle pietre e nella scelta delle tonalità cromatiche che i materiali offrono in natura. Nel laboratorio si creano pezzi unici di ogni dimensione, dalle spille ai portagioie, ai quadri e tavoli intarsiati; nel negozio si può ammirare tutta la produzione ed avere chiarimenti sulle tecniche di lavorazione, data la grande passione per l’arte del mosaico quale tradizione familiare. Le opere di Renzo e Leonardo Scarpelli possono essere ammirate in tutto il mondo perché i loro nomi firmano da anni centinaia di opere d’arte.

PITTORE

SILVIA SERAFINI
via del Trebbio, 6 – 50123 Firenze
telefono 055 210425 – 338 3731155
sildan25@libero.it

Niente è più originale di un quadro in stile antico, dipinto con amore ed esperienza ventennale, di Silvia Serafini. Nel suo studio, utilizzando fedelmente le tecniche delle antiche botteghe fiorentine, Silvia Serafini esegue inoltre copie d’autore, trompe l’oeil, decorazioni murali, restauri e tutto ciò che la fantasia dell’artista e del committente suggerisce.
Silvia Serafini è diplomata presso l’Istituto per l’Arte e il Restauro di “Palazzo Spinelli” di Firenze.

PIUME

N. MAZZANTI
via R. Giuliani, 144 int. – 50141 Firenze
telefono 055 431752 – fax 055 4223463
www.mazzantipiume.it – info@mazzantipiume.it

Ditta artigianale per la produzione di fiori artificiali e fantasie in piuma con tintoria in sede. Specializzata nella relizzazione di progetti per l’alta moda, con metodologie mantenute nel corso di decenni ed ormai desuete, tramandate dalle esperienze dei vecchi maestri in ogni campo creativo del nostro settore. Frange, boa in struzzo e marabout, allestimenti per scenografie, teatro, televisione, opera, bande musicali, costumi d’epoca e carnevaleschi, majorettes, addobbi per vetrine, magia, accessori per abbigliamento.

PORCELLANA

FIORI E COLORI
Via Masaccio, 229 – 501352 Firenze
Telefono e fax 055 5002240

Quattro amiche, provenienti da precedenti esperienze in campo artistico, e legate dal comune amore per la pittura al terzo fuoco, utilizzando le tecniche della manifattura di doccia, formano un gruppo che, dal 1995, si esprime ispirandosi ai decori classici della tradizione europea.
Piera Berni, Tiziana Jacobino, Marie Silviet, Sandra Sturniolo.

PROFUMI ED ESSENZE

OFFICINA PROFUMO FARMACEUTICA
DI SANTA MARIA NOVELLA
via della Scala, 16 – 50123 Firenze
telefono 055 216276 – 055 4368315 fax 055 4222432
www.smnovella.com – officina@smnovella.com

L’Officina Profumo – Farmaceutica di Santa Maria Novella, fondata nell’anno 1612, svolge la sua attività secolare nel centro di Firenze: produce e vende profumi, saponi, cosmetici, prodotti di erboristeria, liquori e prodotti da banco farmaceutici. È considerata un museo minore data l’importanza della collezione dei vasi da farmacia e degli arredi originali. Nell’ “antica farmacia”, così viene chiamata a Firenze, si tengono, a scopo culturale, brevi concerti, mostre di pittura e presentazioni di libri.

RAME

VINCENZO TIRONI
via IV Novembre, 14 – 38034 Cembra (TN)
telefono e fax 0461 683283
www.tironirame.com

Lavorazione del rame da cinque generazioni.
Si producono pentole in rame per cucina e lavorazioni speciali su misura per alimenti e vinificazione.

RESTAURO E DORATURE

GIULIANA CASSETTI
via Santa Cecilia, 28 – 56127 Pisa
telefono 050 598032 – 333 8657833
giulianacassetti@yahoo.it

L’arte della doratura e della laccatura è molto antica e si tramandano nel tempo le metodologie tradizionali della ‘doratura a guazzo’ e della ‘argentatura a mecca’ nei manufatti lignei.
Il restauro di questi preziosi oggetti è molto delicato e richiede sapiente manualità e precise conoscenze delle tecniche abbinate alla sensibilità che permettono di mantenere e salvaguardare nel tempo l’originalità del manufatto.
Bisturi, pietre d’agata, spatole, foglia d’oro zecchino, argento, bolo, vernici e pennelli sono i secolari strumenti e materiali grazie ai quali un oggetto antico torna alla sua originale bellezza.
Nel laboratorio tornano a risplendere statue policrome, candelieri, specchiere, appliques, siano essi proprietà privata che di Enti pubblici.

RESTAURO LIBRI

BETRICE CUNIBERTI
via Maggio, 7 – 50125 Firenze
telefono 055 285932
clastras@libero.it

Dall’amore per l’arte nasce la passione di Beatrice Cuniberti per il restauro. Formatasi alla Camberwell School of Art and Crafts di Londra, arricchirà i propri studi con stages al British Museum e alla Tate Galley di Londra. Nell’Atelier vengono riportate ad antico splendore svariate tipologie di opere d’arte su carta: libri, disegni, stampe, fotografie, opere d’arte orientali, pergamene miniate, globi terracquei e celesti, paralumi e paraventi. Ogni intervento, eseguito con cura da Beatrice Cuniberti e dalla sua collboratrice Clara Freschi, ha carattere conservativo, nel rispetto dell’opera. Tra i restauri più significativi dell’Atelier figurano opere di: Frà Bartolomeo, Callot, Canaletto, Carracci, Rembrandt, Renoir, Miró, Dalì, Picasso, Soffici, Severini, Morandi, Bacon, Man Ray, Warhol, Hockney e numerosi altri artisti. L’Atelier vanta una prestigiosa clientela: l’archivio Alinari, l’archivio delle FF.S.S., l’Accademia dei Georgofili, la Libreria Gonnelli, la Pro Civitate Cristiana di Assisi, l’archivio fotografico di Villa Windsor di Parigi, la famiglia dei marchesi Antinori, la famiglia Ferragamo e grandi famiglie italiane.

RICAMO

GRAZIA GIACHI
piazza Vittorio Veneto, 16/18 – 50024 Mercatale Val di Pesa (FI)
telefono 055 8218073 – fax 055 8218928
www.graziagiachi.it – grazia.giachi@bcc.tin.it

Biancheria personale per la casa, abiti per bimbi, ma anche pezzi d’epoca. Ovunque trine, fini merletti e ricami, unici esempi di un artigianato di grande qualità che potremo definire aristocratico. Creatrice di questi capolavori di tradizione ed eleganza è Grazia Giachi che, fin dall’infanzia, con grande passione, ha iniziato a ricamare e adesso, insieme alla figlia Angela, realizza per la prestigiosa clientela italiana e straniera pezzi unici ricamati a mano.
IL CIGNO
di Emiliana e Marcella Bigazzi
Piazza Gualfredotto, 24r – 50126 Firenze
telefono 055 680323

Da tre generazioni le sorelle Emiliana e Marcella Bigazzi realizzano corredini da neonato ed abitini da 0 a 10 anni, ricamati completamente a mano.
MERCERIA “DAL GNAFFO”
via Almerici, 13 – 61100 Pesaro
telefono 0721 32197

Ci vuole passione, dedizione e fantasia per essere in grado di realizzare questo tipo di creatività: è quello che facciamo noi!
Il nostro lavoro artigianale è orientato principalmente alle tecniche del ricamo, cercando di adeguarlo alle richieste odierne: utilizziamo materiali antichi e di arredamento moderno, con passione, dedizione e fantasia.
IRMA SCUDELLARI MELANDRI
Artigianato Artistico Bizantino Scuola di Russi
via G. Carducci, 11 – 48026 Russi (Ra)
telefono 0544 580869
scudellari@ricamobizantino.it

Il ricamo bizantino è un ricamo antichissimo, arrivato a Ravenna nel V/VI sec. d.C., importato dai Bizantini quando questa città era capitale dell’Impero d’Occidente. L’arte di questo ricamo si impose subito per la finezza dei disegni e la finezza dei colori. Lungo i secoli questi preziosi ricami furono dedicati esclusivamente agli arredi sacri e quasi dimenticati. Solo nel 1989, grazie a Irma Scudellari Melandri (che ne cura i disegni) il tentativo è stato coronato da grande successo. Infatti, per i colori ed i disegni, che vengono ripresi da mosaici, avori, marmi che ornano i monumenti e le basiliche bizantine, si realizzano articoli adatti a tutti gli stili.
WILMA VIOLANTE
via Pian de’Giullari, 103 – 50125 Firenze
telefono 055 223116
vilmaviola@tin.it

Di formazione classico-umanistica, ha da sempre un profondo interesse per l’arte, la storia del costume e le tradizioni. Scopre la gioia del ricamo a 20 anni e comincia una sperimentazione che la porta ad utilizzare le più diverse tecniche, legate al tessuto e ai filati nei campi più diversi.
Organizza corsi di ricamo e merletto di durata variabile, rivolti ad allievi di età e nazionalità diverse con particolare attenzione alle tecniche più antiche e ormai desuete e agli aspetti storico-culturali legati alle tecniche oggetto del corso stesso.
Realizza arredi e biancheria per la casa con disegni originali che rendono omaggio prevalentemente al rinascimento toscano, all’antico oriente e al giocoso mondo dei cuccioli ed accessori per l’abbigliamento in serie limitata.

RITRATTI

CRISTINA BORGOGNA DI CAPRIASCO
via Petrarca, 17 – 10024 Moncalieri (TO)
telefono 011 642520 – 339 6543553

Ritratti e vetri dipinti a mano
Il ritratto, un mondo in apparenza semplice, ma in realtà esercizio di estrema difficoltà tecnica e sfida espressiva per qualunque pittore intende definirsi tale. Una realtà apparentemente fotografica che delinea forme, colori e caratteri con sapiente tratto, ma che in realtà, nella propria perfezione stilistica, offre nuove prospettive di visione. Pare quasi che Cristina Borgogna abbia inteso inventare una sorta di classicismo d’impronta britannica, permeato da un vivace modernismo e da un tratto felice e preciso, che rende del tutto personali e particolari le sue opere. Quest’anno presenterà anche la sua nuova collezione di oggetti in vetro da lei dipinti a mano con una tecnica innovativa.
SILVIA CHELI
via S. Carlo, 1 – 50124 Firenze
telefono 055 2309054 – 338 3324349
cheli.ritratti@libero.it

Illustratrice e grafica, sempre più Silvia si specializza nell’arte del ritratto: su carta, a pastello e sanguigna, ad acrilico e olio su tela.
Oltre alla tecnica precisa, fondamentale per ritrarre la somiglianza col vero, sorprende per la capacità di cogliere sempre le particolarità dei soggetti, che rendono unici tutti i suoi lavori.

SARTORIA

KEYELLE
di Federica Cirri e Lucia Trovato
Piazza Frescobaldi, 2/r – 50125 Firenze
telefono 339 4841910 – 339 7192768
kiccacirri@hotmail.com

Dall’unione creativa di due studentesse di design, Federica Cirri e Lucia Trovato, nasce a Firenze il marchio “Keyelle”, vincente linea di costumi. L’atmosfera di naturalezza e un’aria di autenticità respirate durante un viaggio in sud Italia, ispireranno l’inizio di questa particolare linea di costumi; caratterizzato da elementi come la naturalezza dei materiali e l’assenza di cuciture, il costume “Keyelle” diviene un prodotto unico sul mercato, soprattutto per la sua produzione attenta al dettaglio e realizzata manualmente. “Keyelle” si rivela protagonista nell’ambito fiorentino, riuscendo a soddisfare l’esigenza di tutte le donne, esprimendosi in due modelli che morbidamente aderiscono ad ogni corpo. I costumi della linea Chiclù, vengono esposti come fossero stesi ad un balcone di una piccola casa nelle isole Eolie, portando così una ventata di mare, un’aria di salsedine…
MAGHI E MACI
di Margherita De Luca e Maria Serena d’Ayala Valva
via Benedetto Varchi, 8 – 50132 Firenze
telefono 055 245170

L’estro e la vivacità di Napoli “Maghi”, la classica eleganza di Firenze “Maci”, si fondono con la sensibilità ed il gusto di due giovani madri imprenditrici che creano abbigliamento per bambini da 0 a 6 anni. Varietà di modelli, proposte e colori caratterizzano la loro produzione.
Il loro laboratorio è aperto il lunedì ed il giovedì mattina o su appuntamento.
OLD FASHION SARTORIA
di Irma Laurence Schwegler
via Gran Bretagna, 63 – 50126 Firenze
telefono e fax 055 689479
schwegler@tiscali.it

Tessuti naturali dalla tradizione, lana cotta, casentino, loden, tweed per l’inverno, lino, cotone, seta per l’estate, il piacere di un vestito personalizzato, modellato su misura con abilità artigiana. Questa è la ricetta di Irma Schwegler, maestra sarta della prestigiosa scuola svizzera, approdata a Firenze, sedotta dalla tradizione sartoriale di una città con una storia di stile, gusto, eleganza. Dalla corporazione dei sarti del 500 alle sfilate degli anni 50 un’arte antica che in tempi di globalizzazione, di prodotti di massa nelle catene commerciali come nelle boutiques delle grandi firme, rappresenta una risposta colta ed intelligente alla necessità di ciascuno di noi di esprimere la propria personalità.
Così la sartoria diventa un piacere raro perché fatto di conversazioni, di consigli che aiutano a vivere qualche ora dedicata a se stessi.

SCAGLIOLA

SIMONE CAROBBI
viale S. Concordio, 1160 – 55100 Lucca
telefono 0583 316638 – 335 6460697

È con strumenti, materiali e tecniche ereditate da generazioni che Simone Carobbi esegue con amore e sensibilità “pezzi” unici.
LA SCAGLIOLA
di Fabiola Lunghetti
via San Michele a Monteripaldi, 24 – 50125 Firenze
piazza Pitti, 14r – 50125 Firenze
telefono e fax 055 211523

La scagliola è il nome attribuito ad uno stucco durissimo, composto da “selenite” o “pietra di luna”, colla animale e pigmenti naturali, con il quale si realizzavano, seguendo l’antica tecnica dell’intarsio marmoreo, vari manufatti.
Questa particolare tecnica artistica fiorì nel 1600 in Toscana, in sostituzione del costoso “commesso in pietre dure”, nato a Firenze sotto l’auspicio della famiglia dei Medici.
Gli oggetti creati da Fabiola Lunghetti sono pezzi unici, lavorati interamente a mano secondo la tecnica originale dell’antica scagliola.

SCARPE SU MISURA

SASKIA
di Vivian Saskia Wittmer
via di Santa Lucia, 24/r – 50123 Firenze
telefono 055 293291 – saskia.wittmer@inwind.it

Le scarpe sia maschili che femminili, interamente fatte a mano, lavorate secondo il metodo goodyear e norvegese, sono fatte su misura per il cliente che può suggerire i modelli, nella forma, nei colori e nei materiali desiderati.

SCATOLE

ANN HEPPER
via de’Serragli, 50 – 50124 Firenze
telefono 055 294430

Scatole costruite interamente a mano per custodire i tuoi sogni, i tuoi segreti, le tue lettere (d’amore?), ma anche CD, francobolli, gioielli etc.
I materiali usati sono cartone, lino, carta marmorizzata e stampata, vecchie cartoline, disegni, stampe o le tue fotografie… e non dimentichiamo la colla!
Ogni scatola è diversa dalle altre e tutte sono fatte con fantasia e con amore!

SCULTURA

CASTELLINARIA
di Michele Fabbricatore
via della Torre, 9 – 51100 Pistoia
telefono 347 1895471
capitannemo72@libero.it

Michele Fabbricatore si è diplomato in scultura all’Accdemia di Belle Arti di Firenze. Ha fatto varie mostre in Italia e all’estero e due anni fa ha creato una ditta di artigianato artistico in cui prendono vita ceramiche e sculture le cui caratteristiche principali sono l’originalità e l’amore per il particolare. Nel suo lavoro si trovano contaminazioni di varie culture, da bisanzio ai pre-rinascimentali fiorentini e senesi, da romanico ai sumeri. Michele Fabbricatore cerca di esprimere attraverso le sue sculture il senso del poetico, un mondo fantastico e surreale che ci permetta ogni tanto di staccare dal reale per trovare rifugio nel sogno.
SUSAN LEYLAND
via Brunelleschi, 2 – 50029 Impruneta (FI)
telefono 055 2022995
www.equinesculptures.com – leyland@equinesculptures.com

Equine sculptures – il cavallo scolpito.
Le opere sono modellate a mano in vari tipi di argilla. Ciascuna un pezzo unico che rappresenta il cavallo nei molti aspetti della sua natura, forma e movimento.

TESSUTI

BORGO DELLE TOVAGLIE
di Daniela e Valentina Muggia
via delle Tovaglie, 5 – 40124 Bologna
telefono 051 585012

Nel cinquecentesco “Borgo delle Tovaglie”, ora via delle Tovaglie, esistevano laboratori artigiani che tessevano e confezionavano lini e tovagliati preziosi per le grandi famiglie di Bologna. Abbiamo voluto far rinascere questa tradizione nella cornice di una deliziosa palazzina del ’500 alla quale attenti restauri conservativi hanno ridato atmosfera e sapore del tempo. La chiave dell’attività si può così riassumere: la preziosità e l’eleganza del passato, su misura per ogni esigenza e specialmente la straordinaria praticità! Prezziosi broccati, lini naturali, tulle, fresche fantasie provenzali vengono proposte e confezionate per le esigenze ed il gusto di tutti. Ed inoltre… non richiedono lavaggi e stirature, ma sono di una praticità unica perchè ogni macchia sparisce con un semplice gesto.
CHIARASTELLA CATTANA
San Marco 3357 (San Samuele) – 30124 Venezia
telefono e fax 041 5224369
chiarastella.cattana@tin.it

Dal quotidiano e dalla strada nasce a Venezia l’ispirazione per la collezione di tessuti jacquard per la casa: tovaglie, tendaggi, e rivestimenti in genere. La collezione è prodotta da industrie di tradizione artigianale, e mantiene la gestione manuale e la cura della qualità pur usufruendo della nuove possibilità della tecnica informatizzata applicata ai telai, che permettono di tessere motivi jacquard, di grandi proporzioni. L’ispirazione nasce da modelli classici ma rivisitati nelle dimensioni, secondo specifiche esigenze d’arredo. I tessuti realizzati esclusivamente in fibre naturale, quali il lino e cotone, sono prodotti in altezza 3 mt. con infinite variazioni di colori melange o uniti. Il cliente può fornire idee e disegni per la progettazione del tessuto secondo le sue esigenze di ambientazione, proporzione o colori.
CHIANTI CASHMERE COMPANY
di Nora Desmond Kravis
Azienda Agricola La Penisola – 53017 Radda in Chianti (SI)
telefono e fax 0577 738080 – 339 4428274
www.chianticashmere.com

Unico allevamento di Capre da Cashmere in Italia, dove le capre vivono libere a pascolo sulle colline del Chianti. La loro fibra è raccolta a mano per creare dei pezzi unici al telaio a mano – Plaids, Scialli, Sciarpe, Copertine da Neonato – in Cashmere puro ed altre fibre nobili, quali seta, lino, cotone e merinos in colori naturali, non tinti. Soffici, eleganti, fatti rigorosamente a mano su vecchi telai di legno per durare una vita. Il prezioso latte – ricco in acidi grassi naturali, proteine e lipidi, viene munto a mano e trasformato in ottimi prodotti per la cura della pelle – saponi, creme e lozioni, buoni quanto sono belli – senza profumi o coloranti, per una pelle idratata, morbida e vellutata. Si vendono capre da riproduzione, articoli a telaio in Cashmere, e tutta la linea di prodotti per la pelle sia in Azienda sia on-line; visite in azienda per appuntamento. Dal 2005 disponibile “show-goat”: per compleanni, eventi, fiere, sfilate ecc. – capretti con calesse, paniere e sellette a noleggio.
FONDAZIONE ONLUS “LE COSTANTINE”
Frazione Casamassella – 73020 Uggiano La Chiesa (LE)
telefono e fax 0836 812110
www.lecostantine.it

La tessitura artigianale di Casamassella e di Uggiano la Chiesa è strettamente legata al nome di Donna Giulia Starace e Donna Lucia Starace, che hanno saputo elevarla da tecnica semplice, destinata alla produzione di rustiche tele per il fabbisogno quotidiano della famiglia contadina, a tecnica raffinata adatta alla produzione di ogni tipo di manufatti preziosi ed esclusivi, realizzati in materiali e colori naturali e destinati a trovare apprezzamento anche in Inghilterra, Stati Uniti e Sud Africa.
La tradizione, tramandata oralmente, si è mantenuta in tutta la sua ricchezza, e oggi nuove applicazioni e tecniche esclusive, nate dalla perizia e sensibilità delle tessitrici locali, si sono aggiunte alle più antiche e tradizionali a fiocco (grani) e a pintu (tessuto operato).

TESSUTI STAMPATI A MANO

EGIDIO MISEROCCHI
via Miserocchi, 4 – 48020 S. Stefano (RA)
telefono e fax 0544 563728

Sul tavolo da disegno di Egidio Miserocchi, la classica stampa su tela subisce una profonda trasformazione rispetto alla tradizione romagnola e diventa arte raffinatissima, che spazia attraverso il patrimonio pittorico universale. Si può dire che Miserocchi si muove sul solco della tradizione solo per i metodi di stampa. Nel suo laboratorio di Santo Stefano, Egidio esegue il processo di realizzazione delle sue stampe dall’inizio alla fine: il disegno, l’incisione dei blocchi, la preparazione dei colori, il fissaggio. La stampa su questi tessuti impiega tecniche miste ma quella classica, cioè attraverso gli stampi, resta fondamentale; in seguito viene rifinita a pennello con l’impiego di diversi colori.

TESSUTI

QUISQUILIA E PINZILLACCHERA
di Simona Catapano e Elena V. Targioni
via Palazzuolo 13r – 50123 Firenze
telefono 349 8301973 – 347 7206202
www.pezziunici.com – info@pezziunici.com

L’attività nasce da un’idea di due amiche, Simona ed Elena, che, dopo aver conseguito il diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze, si sono ritrovate nel comune desiderio di un percorso lavorativo in bilico tra la tradizione e un’illimitata libertà associativa di forme, colori, sensazioni. Nascono così, in un piccolo laboratorio fiorentino, le tenere “poesie tessili” di Quisquilia e Pinzillacchera. La creazione, interamente manuale, comprende: pupazzi, bambole, cappelli, album, borse e ogni sorta di idee realizzabili nei diversi materiali usati (stoffa, feltro, panno lenci, pelle…). Così, giorno per giorno, i lavori prendono forma, a volte con l’entusiastica partecipazione dei clienti, che forniscono spunti o richieste precise e che, con altrettanto entusiasmo e divertimento, vengono assecondati.
SORELLE LUCCHI
via Saragozza, 1 – 40135 Bologna
telefono 051 581555 fax 051 331888
vivi@alinet.it

I festosi colori dei tessuti a telaio – rosso, arancio ed oro – ideati nei loro più solari accordi, dalle Sorelle Lucchi sono la caratteristica più interessante della produzione; essi vengono utilizzati da complementi per la tavola come tovaglie per le finestre come tendaggi e per essere drappeggiati sui divani.
Le Sorelle Lucchi producono anche altri prodotti di lino e di lane naturali. Incantevoli vasi e bicchieri d’autore ripropongono i colori dei tessuti, completando le idee per rendere la casa più ricca di fascino e di amore. Resa accogliente da prodotti di raro artigianato artistico, la casa avrà grande fascino per tutti gli abitanti e gli amici.
Fino a quando i telai continueranno a lavorare, la magia dei colori sarà viva e continuerà nel tempo.
STUDIO ARTISTICO
di Mara Guerrini
via Aspertini, 8/c – 40139 Bologna
telefono 051 6240304 fax 051 452580
www.maraguerrini.com – info@maraguerrini.com

Lo Studio Artistico Mara Guerrini ha iniziato la sua attività all’inizio del 1990, promovendo ed organizzando attività didattiche nel campo della ceramica e della pittura. Senza trascurare l’attività professionale specifica della ceramista e pittrice, producendo e presentando le proprie opere in rassegne e mostre personali, la pittura è stata il punto di partenza di Mara Guerrini che, dopo aver frequentato l’Istituto d’Arte ed essersi diplomata all’Accademia di Belle Arti di Bologna, ha maturato la sua esperienza, ormai trentennale, nel campo della pittura e ceramica. Questa rassegna a Palazzo Corsini sul Prato è un’occasione di conoscere un aspetto poco noto della sua produzione artistica: la pittura su seta con la quale intende realizzare manufatti di vario genere, che vanno dall’accessorio al complemento d’arredo.
BARBARA VAIANI E SAVERIA GIORDANA
via Verdi, 9 – 20062 Cassano d’Adda (MI)
telefono 0363 360123
barbaravaiani@aliceposta.it

Barbara e Saveria stampano su tessuti e vari materiali (legno, sisal, cocco) con timbri originali incisi a mano (anche su disegno del cliente).
Barbara si dedica maggiormente a tessuti d’arredamento: ha curato case di diversi stili, collaborando spesso con arredatori.
Saveria si occupa soprattutto di biancheria per la casa, che personalizza anche con monogrammi o stemmi di famiglia.
Svolgono la loro attività da una decina d’anni ed hanno partecipato a varie mostre.

VETRO

MOLERIA LOCCHI
via D. Burchiello, 10 – 50124 Firenze
telefono 055 2298371 fax 055 229416
laboratorio@locchi.com

Questa bottega artigiana esiste a Firenze fin dall’800 e, forse unica nel suo genere, vi si può copiare o restaurare qualsiasi oggetto in vetro o in cristallo molato. Nel vecchio laboratorio Locchi si possono rifare le ampolle per le oliere antiche (molate come quelle originali), il più sfaccettato dei tappi, l’interno di una preziosa saliera d’argento, la coppetta o il trionfo di un centro tavola. Riparazione, ricostruzione, sostituzione ex novo di oggetti: tutto questo è possibile utilizzando antichi vetri oppure attraverso la soffiatura a bocca di nuovo materiale che verrà poi molato, fresato, inciso secondo lo stile del campione rotto o della montatura antica dove il pezzo deve essere inserito.

VIMINI E PAGLIA

AL CANTON DAL CADREGAT
di Emanuele Cameletti
via Ministro Caccia, 10 – 28078 Romagnano Sesia (NO)
telefono 0163 826088
emacam_2@hotmail.com

La nostra ditta, operante nel Nord-Est del Piemonte e alcune zone della provincia Milanese, da tre generazioni si occupa del rifacimento dell’impagliatura di ogni tipo di sedia, telai, poltrone e divani, letti e copritermo con materiali naturali, quali cordoncino cinese, erba palustre, sedie di Chiavari, Thoneth e simili. Inoltre ristrutturiamo elementi da giardini in vimini e giunco. Il nostro lavoro è interamente svolto manualmente, senza l’impiego di macchinari specializzati, se non quei pochi ferri del mestiere che i nostri nonni ci hanno suggerito. Negli ultimi tempi ci siamo avventurati nella realizzazione di piccoli oggetti per la casa rappresentanti i più vari disegni che si possono ottenere con la lavorazione dei nostri materiali, compreso il rivestimento di bottiglie in vimini.
LA NUOVA CESTERIA DI CRISTINA
di Cristina Galletti
via C. Bianchi, 16 – 50134 Firenze
telefono 055 481333

Cristina Galletti realizza oggetti in cesteria ed a questi abbina l’uso di fiori secchi e pressati creando vassoi, quadri, paesaggi di foglie, composizioni di ogni tipo, oggetti di arredamento. Ha partecipato con successo a numerose manifestazioni non solo in Toscana cercando confronti ed arricchimenti.
Lavora in ambito scolastico inserendo la manualità e la creatività in un percorso professionale più generale di formazione alla salute e al benessere.
GIOTTO SCARAMELLI
viuzzo Tirozzi, 4 – 50018 Scandicci (FI)
telefono 055 740077

Come già suo padre, Giotto Scaramelli intreccia cesti, rispettando con passione le tecniche tradizionali e servendosi di materiale raccolto da lui stesso: salice, olivo, olmo, ligustro, corniolo, acero e frassino. Oltre ad una prosuzione classica, Giotto Scaramelli ama cimentarsi in esperimenti manuali innovativi e sempre diversi.
Unisce alle sue creazioni un’attività didattica: tiene, infatti, corsi di intreccio durante tutto l’anno, ospitando anche, a tal fine, gruppi di persone presso il podere Beccacivette a Scandicci.

 

La precedente XI edizione si è tenuta nei giorni
13, 14 e 15 maggio 2005

Associazione Giardino Corsini
in collaborazione con
Fondazione delle Arti e dei Mestieri

 
In soli tre giorni oltre 8500 persone hanno visitato la manifestazione Artigianato e Palazzo conclusasi ieri nel Giardino di palazzo Corsini sul Prato.
Molteplici le manifestazioni collaterali che hanno ravvivato i tre giorni di esposizione, tra cui la mostra principe della Vacheron Constantin e la presentazione della iniziativa “Adotta un libro” da parte di Folco Quilici.

Particolarmente affollata la cerimonia di inaugurazione di venerdì alla presenza dei Principi Emanuele Filiberto e Clotilde di Savoia. I Pincipi hanno trascorso tutta la giornata nel giardino visitando la mostra e parlando con molti artigiani, incuriositi da tante tecniche di lavorazione e dai manufatti ed eseguendo diversi acquisti.

Molto apprezzata l’animazione dedicata ai bambini, dove nel tardo pomeriggio di sabato e domenica sono stati invitati nel boschetto del giardino ad assistere allo spettacolo “Ugo il Pagliaccio” ideato e realizzato da Adriano Silvestri del gruppo teatrale Quinto Elemento.

Come ogni anno è stato assegnato il Premio Perseo, offerto dalla Cassa di Risparmio di Firenze, all’artigiano SHUNKAN, il più votato dal pubblico.
Shunkan è un artigiano-artista giapponese che ha vissuto per sette anni a Firenze e tre anni fa è tornato in Giappone. La sua tecnica si chiama KIRIE, che è l’intaglio della carta, molto diffuso in diverse parti del mondo. E’ una tecnica che consiste nel creare la figura e il disegno tagliando la carta con le forbici o un coltello. In Giappone, durante il teatro di varietà, si poteva talvolta assistere ad un gioco di abilità tra gli artisti che consisteva nel tagliare e formare la figura. Shunkan ha recuperato questa tecnica fondendo insieme elementi antichi e moderni. In questi ultimi anni si è dedicato alla creazione di ritratti di artigiani fiorentini.

  • Facebook