close x

Catalogo Edizione 2006

Per la XII edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO
L’edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO di quest’anno si presenta particolarmente ricca di spunti interessanti e di contatti con realtà prestigiose. Oltre a riunire ancora ben cento artigiani che lavoreranno dal vivo nei tre giorni di Mostra – vero cuore pulsante della manifestazione! – siamo riusciti ad organizzare tante iniziative di cui andiamo molto fieri.

In primo luogo, con la Provincia di Firenze e l’Apt ospitiamo la I edizione del premio “Il Giovane Genio Fiorentino”, un concorso che nasce per mettere alla prova e stimolare la professionalità e la creatività degli alunni delle Scuole Superiori d’Arte sulle materie prime del territorio provinciale fiorentino. Un modo diverso per sollecitare la professionalità manuale degli studenti e per rilanciare la formazione di bravi artigiani nelle giovani generazioni. Inoltre abbiamo arricchito il calendario dei giorni di Mostra con innumerevoli incontri, dibattiti e presentazioni interessanti: parleremo delle “Arti del Profumo” con Lorenzo Villoresi ed un nutrito gruppo di ospiti qualificati, presenteremo i libri “L’arte del Fare il Fare dell’Arte” a cura della Fondazione di Firenze per l’artigianato artistico, “Il Panno Blu” a cura di CNR – Ibimet, Comunità Montana del Casentino e Valtiberina Toscana e ISA “G. Giovagnoli” di Sansepolcro assieme a quello della nostra fedele espositrice Irma Scudellari Melandri “Il Ricamo Bizantino – Bello come un Sogno d’Oriente”. Sul versante delle conferenze invece avremo “L’Arte del Gioiello in Europa tra ’700 e ’800″ a cura di Giovanni Melli, “Musica e Committenza” a cura di Alberto Batisti per Rete Toscana Classica e per finire la presentazione del video “I rosoni lignei di Auden Di Lorito” di Alberto Ferrone.

Questa grande voglia di lavorare assieme, questi attestati di fiducia, ci rassicurano e ci convincono sempre più che le arti applicate all’artigianato abbiano ancora una loro ragion d’essere ed è importante farle conoscere ed un pubblico sempre più vasto, oltre che a quella fascia di conoscitori già sensibili, perché la loro scomparsa creerebbe un vuoto culturale irrecuperabile e devastante per la nostra cultura.

Come tutti gli anni siamo grati ai nostri collaboratori ed in special modo a Caterina Romig Ciccarelli e Cecilia Cosci per l’organizzazione, ad Ester Di Leo che con Rosi Fontana cura i rapporti con la stampa, a Giovanni per il servizio ristoro, al nostro giardiniere Paolo e ad Arturo per il suo prezioso aiuto.
Vogliamo inoltre molto ringraziare l’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e la Banca CR Firenze e per essere sempre, anno dopo anno e con fiducia, al nostro fianco.
Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani

 

 

L’Ente Cassa di Risparmio di Firenze per ARTIGIANATO E PALAZZO
L’Ente Cassa di Risparmio di Firenze è lieto di partecipare all’iniziativa Artigianato e Palazzo, manifestazione giunta ormai alla sua 12° edizione, che si è confermata nel tempo uno dei punti di riferimento più prestigiosi per la divulgazione della tradizione artigianale fiorentina, una vetrina delle capacità dei nostri professionisti nei diversi settori produttivi.
Da anni l’Ente è impegnato nello sforzo di salvaguardare e promuovere i valori legati all’artigianato riconoscendo in esso non solo una fondamentale risorsa economica ma anche un aspetto essenziale della civiltà fiorentina che, nei secoli, ha tramandato un patrimonio di esperienze da conservare e sviluppare.
Nell’era della globalizzazione che tende ai grandi numeri, deve essere preservata la qualità del processo artigianale (creatività, bontà dei materiali, personalizzazione del prodotto) che non è necessariamente in antitesi con i meccanismi industriali, purché l’eventuale distanza possa ricomporsi alla luce della ricerca di un nuovo connubio tra stile, funzionalità ed innovazione.
La sensibilità fiorentina del gusto è caratteristica peculiare della prassi artigianale della nostra comunità e l’Ente Cassa partecipa a tutte quelle iniziative che consentano a questa specifica inimitabile vocazione di non affievolirsi.
In particolare l’Ente promuove il Premio Prezzolini con cui ogni anno è assegnato un importante riconoscimento ad un esponente del mondo dell’artigianato che si è distinto nel proprio settore operativo.
Inoltre contribuisce ai progetti della Fondazione di Firenze per l’Artigianato Artistico, realtà attiva nell’analisi e studio dei fenomeni legati all’artigianato e alle sue prospettive.
È attento alle esperienze formative nel campo delle arti applicate che ha nell’Istituto Statale d’Arte di Porta Romana uno dei suoi principali baluardi.
L’Ente ha poi reso possibile, insieme al Polo Museale fiorentino, la realizzazione di una grande mostra, Arte e manifattura di corte a Firenze dal tramonto dei Medici all’Impero (1732-1815) che si svolgerà a Palazzo Pitti dal prossimo 15 maggio, occasione quanto mai propizia ed opportuna per una riscoperta di aspetti e produzioni significative di quel periodo, una tappa imprescindibile lungo il percorso conoscitivo della civiltà fiorentina che, sostanzialmente, non ha conosciuto soluzione di continuità. Infatti, anche dopo i Medici, non viene meno la diffusa cultura della comunità e soprattutto la fondamentale intelligenza artigianale che a Firenze è stata la base di ogni espressione artistica.

 

 

IL GIOVANE GENIO FIORENTINO
“LA CERAMICA – LA SCUOLA – UN PIATTO”
Concorso sulla Creatività e la Lavorazione della Ceramica di Montelupo Fiorentino
La Provincia di Firenze e l’Agenzia per il Turismo in collaborazione con il Comune di Montelupo Fiorentino, Museo della Ceramica, nell’ambito della edizione Genio Fiorentino 2006 in collaborazione con ARTIGIANATO E PALAZZO intendono istituire il premio “Il Giovane Genio Fiorentino”.

L’iniziativa nasce dalla forte volontà di salvaguardare e rilanciare i mestieri di arte e le lavorazioni tipiche della provincia di Firenze. Ogni anno a rotazione verrà scelto un materiale caratteristico della produzione artigianale / artistica del territorio della Provincia. Si tratta di un concorso sulle genialità creative che nasce per mettere alla prova e stimolare sia la professionalità che la creatività dei ragazzi. Quest’anno verrà messa in pratica con la lavorazione tipica della ceramica di Montelupo Fiorentino.

Sono state coinvolte la Scuola di Ceramica di Montelupo Fiorentino, il Liceo Artistico Leon Battista Alberti di Firenze, l’Istituto Statale d’Arte di Firenze, il Liceo Artistico Virgilio di Empoli, l’Istituto d’Arte per la Ceramica di Sesto Fiorentino. Le scuole hanno subito capito l’importanza di una iniziativa volta ad incoraggiare concretamente la professionalità dei ragazzi e accolto l’iniziativa con grande entusiasmo.
La capacità dei giovani e la lavorazione artigianale dei materiali tipici della provincia di Firenze devono essere riconosciute come una grande ricchezza da salvaguardare.

“Il Giovane Genio Fiorentino” è uno degli eventi di spicco del Genio Fiorentino 2006.

L’evento pensato per promuovere queste attività collegate alla lavorazione della ceramica, materiale caratteristico di Montelupo, e per incentivare certi mestieri di arte, sicuramente trova una collocazione naturale nell’ambito di ARTIGIANATO E PALAZZO
Nasce così la sinergia con l’Associazione Giardino Corsini ed Artigianato e Palazzo che ha reso possibile fare confluire questa iniziativa nella Mostra di ARTIGIANATO E PALAZZO.

L’intento specifico è quello di mettere in risalto la professionalità artigiana degli studenti che hanno aderito, di rilanciare la formazione di artigiani nelle giovani generazioni e di puntare l’attenzione sulla manifattura di Montelupo Fiorentino..

L’impegno è stato quello di operare un coinvolgimento dei ragazzi delle scuole in una attività professionale strettamente legata al territorio nella convinzione che il tema che collega il lavoro dei giovani al territorio fiorentino sia una missione da proporre con vigore.

Le scuole coinvolte, coordinate dalla Scuola della Ceramica di Montelupo, hanno ricevuto piatti in biscotto, la cristallina, lo smalto, i colori e una dispensa con gli 85 decori tipici, cioè tutto il materiale necessario per la realizzazione di un oggetto che rispondesse alle caratteristiche esposte nel Disciplinare del Marchio della Ceramica Artistica Tradizionale di Montelupo Fiorentino. Agli alunni partecipanti è stato chiesto di “ripensare” i decori tipici in base alla loro creatività e di realizzare il loro decoro.

I 100 piatti in concorso sono esposti a Palazzo Medici Riccardi dal 22 aprile all’11 maggio e valutati, con una apposita scheda, dai turisti che visitano il Palazzo. I 10 piatti che hanno ottenuto i maggiori apprezzamenti dal “pubblico” di Palazzo Medici Riccardi vengono esibiti nella Loggia del Buontalenti del Giardino di Palazzo Corsini durante i giorni della Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO.

ARTIGIANATO E PALAZZO costituisce il luogo perfetto dove una giuria specializzata seleziona e premia l’opera migliore.

Giovanna Cornaro Folonari
Assessore al Turismo e Relazioni Internazionali della Provincia di Firenze

Antonio Preiti
direttore dell’Agenzia per il Turismo di Firenze

 

 

 

Il Premio Perseo di Banca CR Firenze

Un riconoscimento alla creatività degli artigiani da Banca CR Firenze
Banca CR Firenze è lieta di contribuire anche quest’anno alla realizzazione della Mostra “Artigianato e Palazzo, botteghe artigiane e loro committenze” che giunge con questa alla sua XII edizione.

Il legame fra la nostra Banca e l’artigianato locale è sempre stato particolarmente forte. L’artigianato, infatti, oltre a costituire un importante comparto dell’economia toscana, rappresenta un valore specifico della cultura e della tradizione della nostra regione. La salvaguardia e la valorizzazione di questa importante risorsa del territorio trovano pertanto piena rispondenza nei valori d’impresa di Banca CR Firenze che, fin dalla sua fondazione, si è qualificata come punto di riferimento imprescindibile per la custodia dei valori tradizionali del territorio e della società civile.

Il Premio Perseo, assegnato dalla nostra Banca all’espositore più apprezzato dal pubblico, offre in particolare un riconoscimento a chi ha saputo conservare l’arte della produzione artigiana raccogliendo la delicata eredità di una tradizione rimasta immutata nei secoli. Promovendo questa importante iniziativa Banca CR Firenze intende confermare il proprio ruolo di azienda moderna e dinamica che, operando in stretta connessione al mercato, contribuisce allo sviluppo delle attività produttive del territorio.
Banca CR Firenze

 

 

Il Palazzo ed il Giardino Corsini sul Prato

La facciata di uno dei palazzi lungo quello che era noto come il Prato di Ognissanti nasconde uno dei giardini più affascinanti di Firenze, la cui semplice e rigorosa bellezza riesce, ancora oggi, a riempirci di ammirazione e stupore.

Acquistato da Filippo Corsini nel 1621 insieme ad “un casamento grande cominciato e non finito”, il giardino dei Corsini viene descritto dal Bocchi nel 1677 come “delizioso… e oltre le piante nobili che l’adornano… arricchito di statue antiche e moderne”. Autore di questo “delizioso giardino” è Gherardo Silvani, l’architetto a cui Filippo e Maddalena Corsini diedero l’incarico di portare a termine la casa iniziata dal Buontalenti per gli Acciaioli, precedenti proprietari del terreno. Secondo quanto ci indicano le fonti possiamo supporre che il Buontalenti avesse praticamente concluso la costruzione del “casamento grande”, un edificio caratterizzato da un piano terreno molto rialzato rispetto al livello del prato e ben aperto alla luce e al verde del giardino. Una grande terrazza coperta costituiva l’ambiente essenziale dell’intero edificio. Oggi, del Buontalenti, riconosciamo la loggia e le grandi finestre inginocchiate mentre l’opera architettonica del Silvani si intuisce in alcuni particolari degli ambienti terreni, quali le decorazioni araldiche di alcuni architravi. È nella parte del giardino all’italiana comunque, con le sue limonaie, le aiuole geometriche dal raffinato disegno, le siepi di bosso, le conche dei limoni e il viale centrale con le statue, che si manifesta chiaramente lo spirito barocco dell’artista, la sua propensione alla scenografia. Per aumentare l’impressione di maggiore lunghezza e profondità del viale l’architetto usò l’artificio di porre le statue e i rispettivi piedistalli ad altezze via via digradanti. A ulteriore conferma che il punto di vista fondamentale era quello dal loggiato posteriore del casino verso via della Scala e non viceversa, anche il putto e i due leoni, posti al di sopra del cancello e dei pilastri laterali, sono con il volto e i musi rivolti verso l’interno e non, come sarebbe logico aspettarsi, verso la strada.

La prima metà dell’Ottocento assume un’importanza decisiva per la storia del casino e del giardino: nel 1834 questa residenza viene destinata ad abitazione di don Neri e di sua moglie Eleonora Rinuccini i quali commissionano una serie di lavori sia di carattere architettonico che decorativo. Viene rialzato il tetto, si costruisce una nuova scala a pozzo, un grande stemma di famiglia affiancato da due ippogrifi viene posto sulla facciata del palazzo e alcune sale vengono affrescate. Tra gli artisti coinvolti in questo progetto ricordiamo Ulisse Faldi, Gaetano Baccani, Luigi Giovannozzi e i pittori Giuseppe Gherardi, Gasparo Martellini e Pasquale Salviotti. Negli stessi anni anche il giardino subisce delle modifiche in chiave romantica: si creano dei boschetti, una montagnola e un laghetto, una trasformazione che è ancora oggi leggibile nelle due masse boscose che chiudono come due quinte verdi il giardino.

L’ultimo intervento sul casino è dei primi del Novecento quando fu commissionato a Vincenzo Micheli un nuovo edificio in stile rinascimentale da costruire accanto all’antico palazzo. Il giardino, come lo vediamo oggi, con la sua fioritura primaverile di cisto rosa e rosso, di lavanda, rose, peonie e ciliegi da fiore, è stato oggetto di un intervento di sistemazione da parte di Oliva di Collobiano e presenta, oltre i due parterres geometrici, le limonaie, con pavimento di terra, grandi sportelloni di legno e larghi muretti per sostenere le conche di agrumi, e un prato con tigli secolari.
Città Nascosta
Città Nascosta, fondata da Marcella Cangioli, Maria de Peverelli e Tiziana Frescobaldi, è una associazione culturale nata per promuovere la conoscenza del patrimonio artistico e storico di Firenze e della Toscana attraverso percorsi che si allontanano dalle tradizionali mete turistiche.

Città Nascosta propone visite in esclusiva che hanno carattere divulgativo e non accademico, rivolte a tutti coloro che desiderano saperne di più delle opere, dei luoghi artistici, delle città, secondo una prospettiva non consueta, attenta alle curiosità celate, al volto “minore‰, se non addirittura “segreto‰, di Firenze e della Toscana. Botteghe artigiane, antiche farmacie, cantieri di restauro, palazzi e giardini abitualmente chiusi al pubblico, sono solo alcuni degli itinerari proposti.

L’Associazione effettua visite in inglese, francese, tedesco e spagnolo.

Per maggiori informazioni rivolgersi a: Associazione Culturale Città Nascosta
Lungarno Cellini, 25 – 50125 Firenze – tel. 055 6802590 fax 055 6801680
www.cittanascosta.com – info@cittanascosta.it

 

 

 

ESPOSITORI
ACCESSORI
Le Creazioni di Bea
di Beatrice Buccella Lonati
via S. Giovanni sul Muro, 5 – 20121 Milano
telefono 02 876843 – 333 4023903

Ho cominciato per caso dieci anni fa, dovendo abbinare ad un abito elegante gli accessori adeguati. Da quel momento è nata una passione che mi ha portato a ricercare materiali preziosi ed innovativi per realizzare le mie creazioni originali ed esclusive: borse, sciarpe, fiori, gonne e cinture. Queste ultime eseguite ad uncinetto con filo d’argento 925 con pietre vere, perle di fiume, conchiglie di Tahiti e tanto di più.
ACCESSORI
Ossidiana
di Laura Casini
via San Nicolao, 61 – 55100 Lucca
telefono e fax 0583 464428
ossidiana02@tiscali.it

Ossidiana rappresenta la volontà di orientare capacità artigianali, naturali, intuitive in una concreta realizzazione di oggetti che ha trovato negli ornamenti, nei monili la propria naturale via di espressione. Alla base dell’idea quindi è la necessità di esprimere la naturale dote di manualità della sua ideatrice. La scelta poi in cosa questa dote si sarebbe esplicata è stata altrettanto naturale. I monili, infatti, da sempre, rappresentano un modo per comunicare gusto estetico e sensibilità. Ossidiana, ispirandosi al gusto etnico, abbina e fonde in maniera armonica stili, tecniche e materiali, reinterpretando questa forma di espressione antica quanto l’uomo.
ALTA GASTRONOMIA
Antico Forno Santi
di Tommaso Tartoni e C.
via Migliana, 156-158 – 59025 Migliana Cantagallo (PO)
telefono 0574 981509
www.biscottisanti.com

L’Antico Forno Santi produce artigianalmente, con lavorazione interamente fatta a mano, biscotteria secca: i classici cantuccini alla mandorla, i “brutti boni” ed i biscotti al cioccolato, la nostra grande specialità.
Tradizione, genuinità e passione sono i segreti del nostro lavoro .
ALTA GASTRONOMIA
De Gustibus
di Piro Gerlando
via Circonvallazione, 1 – 92010 Siculiana (AG)
telefono e fax 0922 817356
www.degustibuspiro.it

L’azienda De Gustibus nasce agli inizi del Novecento nella borgata marinara di Siculiana Marina in provincia di Agrigento. L’azienda è conosciuta in tutta la penisola italiana e, con grande spirito innovativo, elabora con passione nuove ricette sia a base vegetale che ittiche. La capacità di interpretare i gusti di una clientela sempre alla ricerca di nuovi sapori ha favorito la nascita di prelibatezze come la crema di pesce spada affumicato e la salsa con le mandorle, senza dimenticare il sontuoso tonno all’olio, lavorato esclusivamente fresco e con materia di provenienza locale.
ALTA GASTRONOMIA
Irisdelice di Chocolatmaison
via San Matteo in Arcetri, 47 – 50125 Firenze
telefono 055 229098
www.irisdelice.com

È nato a Firenze il primo cioccolato all’iris: il fiore simbolo della città che campeggia sul suo gonfalone. Il cioccolato Irisdelice è il sapore di Firenze. Questo inedito cioccolato è stato creato da Barbara Golini per “Chocolatmaison”, scaturito dalla sua fantasia unendo due passioni: i fiori e il cioccolato. Si è così concretizzato un sogno da condividere con gli altri.
ALTA GASTRONOMIA
La Cucina di Annalisa
di Annalisa Boz
via Vittorio Veneto, 2/a – 15030 Olivola (AL)
telefono 0142 928311 fax 0142 928807
www.lacucinadiannalisa.it

Produzione artigianale di torte, meringhe, biscotti alla rosa e alla violetta.
ALTA GASTRONOMIA
Naturgusto
di Mauro Mencaroni
Case Sparse, 1110 – 52042 Cortona (AR)
telefono 333 3914175 – fax 0575 62278
naturgusto@tiscali.it

Il tartufo è un prezioso frutto della terra conosciuto dai tempi più antichi,si hanno testimonianze della sua presenza nella dieta del popolo dei sumeri, apprezzato fino al puntoche il conte Camillo Benso di Cavour l’utilzzò come mezzo diplomatico nelle sue attività politiche,Giocchino Rossini lo chiamò “il Mozart dei funghi” Alexandre dumas lo defini “il sancta sanctorum della tavola….oggi nata da sapienti lavorazioni artigianali siamo orgogliosi di presentarvi la nostra linea di prodotti che vanno dalle salse tartufate al burro con tartufo bianco, dalle fettine di tartufo estivo all’olio estra vergine aromatizzato al tartufo, dalla pasta e riso ai salumi e formaggi con tartufo…
ALTA GASTRONOMIA
Vivoli
via Isola delle Stinche, 7 – 50122 Firenze
telefono 055 2302621
www.vivoli.it

La famiglia Vivoli, fin dal 1930, rappresenta il piacere di fare gelato, il piacere di assaggiarlo, il piacere di offrirlo. Il suo gelato è fatto con ottime materie prime, professionalità e amore; ingredienti essenziali per continuare a produrre un gelato squisito, fatto alla “vecchia maniera”.
È possibile gustare il famoso gelato di Vivoli soltanto dove viene prodotto: a Firenze, nel cuore del centro storico, tra piazza della Signoria e Santa Croce!
ARGENTO
Foglia Argenteria
di Lorenzo Foglia
via Argin Secco, 2/g – 50145 Firenze
telefono 055 310519 – 055 3029958
www.fogliargenteria.com

La tecnica artistica dello sbalzo e del cesello è rappresentata in ogni sua forma e “colore” dai maestri artigiani Giuliano e Lorenzo Foglia, rispettivamente seconda e terza generazione di orafi argentieri.
Più di settant’anni di progettazioni e realizzazioni di “opere classiche” e di design contraddistinguono la loro bottega che, attraverso i decenni, ha saputo interpretare i gusti e le tendenze di grandi committenze.
ARGENTO
Argentiere Pagliai
di Paolo Pagliai
Borgo S. Jacopo, 41/r – 50125 Firenze
telefono 055 282840 fax 055 2398167
argentierepagliai@tiscali.it

Situato in Oltrarno, nel medievale Borgo S. Jacopo, si trova il negozio laboratorio dell’Argentiere Paolo Pagliai, un’attività artigianale che si tramanda dal 1930 ed è riconosciuta come esercizio storico fiorentino. Nella bottega di Paolo Pagliai si trovano, oltre a preziosi argenti e metalli d’epoca, argenti moderni e di produzione propria. Paolo Pagliai è in grado di restaurare oggetti in argento e in metallo argentato, usando antiche tecniche di lavorazione, rispettandone l’integrità e le caratteristiche peculiari. La capacità di ricostruire parti mancanti di oggetti di antiquariato, di riprodurre posateria antica, la qualità degli oggetti di sua produzione, il tutto in un’atmosfera di simpatia e di calorosa accoglienza, rendono questa bottega unica ed insostituibile, punto di riferimento per antiquari, collezionisti e clienti affezionati di tutta Italia.
BAMBOLE
Associazione Pantagruel – La Poesia delle Bambole
via A. Tavanti, 22 a/r – 50134 Firenze
telefono 055 473070
asspantagruel@virgilio.it

Bambole, gnomi, fate dei fiori, interamente fatte a mano, con materiali naturali di prima qualità: pura lana cardata di pecora, lana filata, cotone, seta.
Il progetto è nato nelle sezioni femminili del carcere di Sollicciano – Firenze; attualmente coinvolge circa quindici donne all’interno del carcere e quattro, uscite in affidamento al servizio sociale, che lavorano nel laboratorio esterno che si trova in via Tavanti a Firenze. All’esterno vengono organizzati periodicamente corsi per imparare a fare le bambole.
“La poesia delle bambole” ha il sostegno del Comune di Firenze e della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e lavora in rete con altre associazioni.
BIGIOTTERIA
Philippa Kunisch
103a Tollington Way – London N7 6RE Gran Bretagna
telefono 0044 20 72720066
philippastudios@hotmail.com

Di origine inglese, Philippa Kunisch è una costume jewellery designer di grande successo a Londra, che produce una vasta gamma di orecchini, collane, braccialetti e cinture.
I suoi lavori oscillano da pezzi dall’aspetto molto delicato ad altri più vigorosi, tutti definiti da un estrema importanza data al colore, sia esso classico o più esuberante.
I suoi gioieli sono principalmente fatti con filo e perline di vetro, cristalli, pietre semi preziose, trucioli e terracotta.
I pezzi di Philippa Kunisch sono realizzati con una tecnica particolarissima, che lei stessa ha sviluppato negli ultimi sei anni, e che è così diventata un suo vero e proprio “marchio di fabbrica”.
Philippa Kunisch dimostrerà in Mostra la lavorazione di alcuni pezzi unici e straordinari ed esporrà i suoi pezzi di design, diponibile a prendere ordini e commissioni personali.
BRONZO
Duccio Banchi
via De’Serragli 10/r – 50124 Firenze
telefono 055 294694
banchi@email.it

Duccio Banchi impara il mestiere del bronzista da suo padre Lamberto, artigiano da lungo tempo. In questa bottega si realizzano oggetti in bronzo ed ottone su proprio modello e su richiesta del cliente. Fra questi, cornici, specchi, piccole decorazioni stilizzate, fregi, appliques, maniglie e quant’altro, sempre avendo cura della qualità.
La bottega di via de’Serragli è anche il posto giusto per il restauro di bronzi antichi.
BRONZO
Il Bronzetto
di Simone Calcinai
via Romana 149-151/r – 50125 Firenze
telefono 055 229288 – 2298041
www.ilbronzetto.com

Specializzato nel restauro di oggetti antichi, nella produzione di accessori per bagno e di pregevoli maniglie per porte, naturalmente in ottone e bronzo, Il Bronzetto è una bottega artigiana, dove nascono creazioni frutto di esperienza e di sensibilità.
Vanta la realizzazione di preziosi candelabri in stile ’700 e ’800, nonché di lampade da tavolo in cristallo abbinato a deliziosi particolari in ottone dorato. La tecnica usata è assolutamente antica, mentre il design sa adattarsi ai tempi.
CAMMEO
Crescenzo Ombretti
via Felice Romano, 16 – 80059 Torre del Greco (NA)
telefono e fax 081 8810491
crescenzosimo@libero.it

La ditta “Crescenzo Ombretti” nasce a Torre del Greco, capitale del cammeo e del corallo. Crescenzo Ombretti, incisore di cammei e titolare dell’omonima ditta, con maestria e professionalità, è sempre alla continua ricerca della raffinatezza e della bellezza, espressioni queste di un puro processo artistico di altissimo livello. Ogni suo pezzo è unico: l’incisione sottile e raffinata, la delicatezza dei profili, le proporzioni dei dettagli esprimono originalità, creatività e cultura. Le sue esperienze maturate nel corso degli anni, grazie anche al contatto con società diverse – Giappone, Corea, Spagna, America – lo rendono protagonista di un perfetto e qualificato connubio tra originalità, tecnica e passione. Ogni gioiello, realizzato interamente a mano con materiali naturali, interpreta, con minuziosa attenzione e cura, il gusto, la personalità ed il desiderio di chi ne fa richiesta.
CAPPELLI
Marcella Bitossi
via Guido Guidi, 2 – 50026 Montelupo Fiorentino (FI)
telefono 0571 541423

Marcella Bitossi realizza cappelli e borse con diversi materiali, come la paglia, il rascello, la rafia e la stoffa, intrecciati interamente a mano.
I cappelli vengono realizzati sia per adulti che per bambini, con o senza tesa, a cuffia, alla pescatora, da cerimonia e da sole.
I materiali utilizzati hanno varie tipologie di colore, sia tinta unita che multicolore.
Inoltre realizza trecce di rafia con fiori che si mettono tra i capelli.
CARTA INTAGLIATA
Shunkan
4-20-11 Hosoya-cho Toyota-shi – Aichi-ken (Giappone)
telefono 0081 565 289520 – 333 6601212
shunkan@hm6.aitai.ne.jp

KIRIE: intaglio della carta, molto diffusa in diverse parti del mondo, consiste nel creare la figura ed il disegno tagliando la carta con le forbici o un coltello. In Giappone, durante il teatro di varietà, si poteva talvolta assistere ad un gioco di abilità tra gli artisti che consisteva nel tagliare e formare la figura estemporaneamente. Le opere di Shunkan, artista approdato a questa particolare tecnica, sono particolarmente apprezzate per il loro carattere sottile, audace e per lo stimolante incontro tra gli elementi antichi e moderni.
In questi ultimi anni crea i ritratti di artigiani fiorentini.
CERAMICA
Marta Cangioli
via della Scala, 42 – 50123 Firenze
telefono 055 2396407 – 328 6955903

Marta Cangioli ha frequentato l’Istituto d’Arte di Firenze e di Fermo ed in seguito si è perfezionata presso vari laboratori, dedicandosi specialmente alla decorazione. Cinque anni fa è stato determinante l’incontro con il maestro vasaio Romano Pampaloni, con il quale si è dedicata alla lavorazione al tornio presso la Madonnina del Grappa a Villa Guicciardini. Da un paio di anni ha avviato un suo laboratorio, con forno, situato nella stessa struttura, dove si dedica alla decorazione di pezzi anche fatti da lei. I motivi decorativi che predilige sono quelli geometrici arricchiti da alcuni ricami, ispirati a ceramiche antiche.
CERAMICA
Romano Pampaloni
via di Montughi, 55 – 50139 Firenze
telefono 055 475006

Romano Pampaloni, nato all’Impruneta, ha lavorato dal 1951 nella Ditta Romagnoli dell’Impruneta, partecipando ogni anno con i suoi manufatti di maiolica a mostre in varie parti del mondo: Francoforte, Parigi, Londra, Melbourne, Tokio. Le sue ceramiche – anfore ed oggetti vari – sono servite per la realizzazione di film biblici a Cinecittà.
Dal 1991 è insegnante di tornio nel laboratorio di ceramica dell’Opera Madonnina del Grappa a Villa Guicciardini, partecipando alle mostre annuali di Villa Guicciardini, Forlì, Galeata, Brescia e nella sala di Brunelleschi dell’Ospedale degli Innocenti, in piazza Santissima Annunziata, nel 1994.
CERAMICA
Studio D’Arte Ceramica
di Luciano Landi
via Magenta, 28/r – 50123 Firenze
telefono e fax 055 282762
landiluciano@interfree.it

Siamo in presenza di un ceramista che, utilizzando le tecniche tradizionali, si esprime con un linguaggio moderno. La sua attività è divisa in due filoni: i pezzi unici e la produzione. I pezzi unici sono i pannelli, gli antivasi, i personaggi, le bestie, le bottiglie della Nadia, i cavalli di Troia e gli ultimi “Andiamo”. Alcune di queste opere sono pubblicate, altre fanno parte di collezioni museali. La produzione va da piccoli animali che, progettati nel 1974, sono stati oggetto di una lezione tenuta ad una scolaresca di Faenza presso il Museo Internazionale delle ceramiche, nell’ambito dell’attività di “Giocare con l’Arte”, per continuare con i complementi d’arredo, (“Pollaio 2001″, “La cavalcata degli Zuzu”) e i fischietti di terracotta rilanciati alla fine degli anni ’70. Partecipa a mostre in Italia e all’estero. Ha insegnato decorazione su porcellana a Capodimonte (NA), arte ceramica in un Istituto d’Arte ed Educazione Artistica nella scuola media.
CUOIO
Il Bussetto
di G. & C. Fanara
via Palazzuolo, 136/r – 50123 Firenze
telefono 055 290697

Dal 1979 una ditta artigiana che realizza oggettistica in cuoio naturale, concia vegetale, lavorato su forma e tinto a mano, brunito a caldo e personalizzato in oro e a secco. Produce portamonete e portabiglietti da visita per le più famose griffe italiane e straniere.
CUOIO E DORATURA
Bernard Steff
11, rue de l’église – 59400 Niergnies (Francia)
telefono e fax 0033 3 27837815
Olivier Manceau
21, rue commandant Bresseur – 93600 Aulnay sous Bou (Francia)
telefono 0033 1 48666101

Bernard Steff lavora il cuoio, in particolare astucci, dall’età di 13 anni. Ha imparato questo mestiere nella bottega di sua madre. Sua moglie, sarta, sotto la guida di Bernard si è specializzata nella creazione di astucci e, quando il marito è andato in pensione all’età di 65 anni, ha portato avanti la bottega per altri dieci anni. Bernard Steff è Meilleur Ouvrier de France dal 1972 ed è stato nominato MaÎtre d’Art nel 1994. È un esperto di supporti in legno di pioppo di tutti i suoi astucci e scatole. Maestro di Bruno Broquet e Olivier Manceau, oggi si dedica all’insegnamento della storia della “marroquineire” – dalla scelta della pelle all’assemblaggio degli astucci – e alla sua divulgazione, formando gli artigiani che si presentano al concorso per diventare Meilleur Ouvrier de France.
DECORAZIONE ED OGGETTI
Ines Paderni Zerbone
via Albaro, 14-8 – 16145 Genova
telefono 010 313796 – 339 7170232
inespaderni@libero.it

Ines Paderni Zerbone produce pannelli decorativi dipinti su tela con colori acrilici, usando la tecnica della sovrapposizione del colore e mantenendo la trasparenza tipica dell’acquerello. I pannelli, inoltre, sono rifiniti con sete pure variopinte che conferiscono agli stessi un tocco di eleganza e preziosità. Le tematiche più frequenti sono quelle orientali, quali pesci e scimmie insieme a coralli, wunderkammer, vasi antichi e gabbiette. Le dimensioni vanno da 1,20 m. di altezza per 0,60 m. sino a 2 m. per 1,20 m.
DECORAZIONE ED OGGETTI
Lucia Torrigiani Malaspina
via de’ Serragli, 144 – 50125 Firenze
telefono 055 221003 – fax 055 229662

Coralli, conchiglie, legnetti portati dal mare e raccolti durante lunghe passeggiate sulla spiaggia, immagini sacre e vecchi ricami tirati fuori da cassetti dimenticati vengono ricomposti con pazienza e fantasia per diventare forme geometriche, cornici, scatole e piccoli quadri.
DECORAZIONE
Laboratorio Zanzara
via Palazzo di Città, 14 – 10122 Torino
telefono 011 4366020
www.associazionezanzara.it

Il Laboratorio Zanzara nasce a Torino nel 1998 come progetto d’ integrazione per persone con disagio mentale. Le motivazioni che animano lo spirito del Laboratorio si basano su due principi elementari:creare un ambiente che rispetti i tempi creativi e lavorativi dei soggetti che vi partecipano e riconoscere le persone patrimonio attivo in ogni realizzazione del Laboratorio Zanzara. I prodotti realizzati dai ragazzi e dalle ragazze, rappresentano l’esempio tangibile di un’esperienza allargata e condivisa da tutti i partecipanti.
DECOUPAGE
Il Decoupage
di Vittoria Verani
via Cairoli, 5 – Case Nuove – 50053 Empoli (FI)
telefono 0571 924090 – 333 3001821

Dedita all’arte del decoupage, Vittoria Verani si è specializzata nella realizzazione di vari stili, compresi vetri e soprattutto mobili. Insegna presso i comuni e impartisce lezioni anche nella sua abitazione.
DIPINTI ED ACQUERELLI
Marinella Cavalli
via S. Isidoro, 8 – 50023 Impruneta (FI)
telefono 055 208300 – 333 2962594
acquerello70@hotmail.com

Conosciuta principalmente per i suoi fiori ad acquerello, Marinella Cavalli predilige attualmente la pittura “alla prima” ed “en plein air” nella superba campagna d’Impruneta nella quale vive. Caratteristiche della sua produzione sono anche le piastrelle decorate a terzo fuoco alle quali applica le tecniche della pittra a olio.
Emiliana d’origine, ha perfezionato la tecnica dell’acquerello sotto la guida del Prof. David Gluck, membro della Royal Society of Watercolours di Londra, dove ha vissuto alcuni anni. Le sue opere sono state esposte presso il Museo di Oggettistica ferroviaria della Stazione leopolda, alla Villa del Poggio Imperiale e in prestigiose mostre mercato (Giardini in Fiera a Villa Le Corti e Chianti Life a Villa Corsini Mezzomonte). Figura nel dizionario degli artisti reggiani di Emanuele Filini.
DIPINTI ED ACQUERELLI
Florence d’Ersu
Le Frêne – 22, rue Saint Sauveur – 49520 Chatelais (FRANCIA)
telefono 0033 241 611645
flodersu@wanadoo.fr

Dopo studi di disegno a Parigi ed una formazione di creatrice di tessuti alla scuola Esmod a Parigi, Florence d’Ersu si è dedicata all’acquerello. Lo studio dei fiori, dei giardini e delle case è al centro della sua ricerca artistica e del suo lavoro che svolge da diciassette anni. Insegna tecnica dell’acquerello nel suo studio vicino a Augers in Francia.
EBANISTA
Centrobreccia
via del Centro Breccia, 49 – 00050 Torre in Pietra (RM)
telefono 06 6678911 – 339 2440154
fabiobass@tele2.it

Il laboratorio concepisce e produce oggetti in legno pregiato. Sono “pezzi unici” nei quali i colori naturali delle essenze vengono esaltati dalla levigatura e lucidatura, eseguite interamente a mano. Tale lavorazione permette di ottenere oggetti dai colori e dagli effetti grafici sorprendenti, straordinariamente morbidi e caldi al tatto.
EBANISTA
Stefano Diana
via Opifici, 88 – 28040 Lesa (NO)
telefono 0322 76928
franciteto@virgilio.it

Figlio e nipote di artigiani del legno dal 1929, Stefano Diana ha scoperto questa passione aiutando il padre, già dall’età di 12 anni. Ha cominciato la professione nel 1978, imparando la tecnica dell’intarsio da uno zio hobbista e presso alcuni laboratori brianzoli e ha scelto di fare l’artigiano dal 1986. Negli anni ha continuato a studiare e ha messo a punto tecniche grafiche e pittoriche prendendo lezioni private e partecipando per oltre dieci anni ad un atelier.
Lavora su commissione, realizzando pezzi unici interamente a mano. Esegue paesaggi, scorci, animali, soggetti religiosi, floreali e geometrici. Realizza quadri, cofanetti di diverse forme e dimensioni, mobili, copertine di libri e oggetti d’arredamento. Utilizza impiallacciature di circa centoventi essenze provenienti dai cinque continenti. I colori dei legni sono rigorosamente naturali.
FALSI D’AUTORE
Enza De Ciuceis
via F. Parri, 19 – 53034 Colle di Val d’Elsa (SI)
telefono 0577 928941

Enza De Ciuceis si diploma alla scuola d’Arte di Firenze nel 1971 e nel 1973 consegue il diploma di magistero. Nel suo Atelier esegue riproduzioni d’arte dei più importanti musei: dipinti su tavola, tela, acquerello, carboncino, anche su ordinazione, ritratti, trompe l’oeil, ispirandosi alla maniera e alla tecnica degli originali. Ogni opera è abbellita da cornici rigorosamente fatte a mano e con foglia oro, ispirate all’epoca dell’opera riprodotta. Il tutto garantito da certificato. Le opere di Enza De Ciuceis sono state definite, da un noto antiquario di Firenze di fama internazionale, Luigi Bellini, “Un sogno inarrivabile” quale quello di poter possedere un’opera del Cranach, Durer o Raffaello, Leonardo e altri grandi artisti. Con la setssa profondità e la stessa attenzione rivolta al particolare delle opere dei grandi autori Enza De Ciuceis riesce a creare l’atmosfera profonda dei grandi maestri del passato.
FERRO BATTUTO
Mecart
via Lombarda, 46 – 59015 Comeana (PO)
via A. del Sarto, 17/d – 50135 Firenze
telefono 055 8710107 – 055 8710092
www.mec-art.com

La Mecart nasce nel 1991 sulle basi di un azienda familiare con esperienza
quarantennale nella lavorazione del ferro. Oggi, grazie alla vena artistica
dell’ architetto Mariotti e con la collaborazione dello Studio Grafico Fiaschi, sono stati realizzati gli
oggetti che proponiamo e che rappresentano una novità nel settore
dell’arredamento sia per interni che per esterni.
GESSO
Andrea Chiesi
via Niccolò da Uzzano, 63 – 50126 Firenze
telefono 055 683669
andrechiesi@inwind.it

Il desiderio di realizzare copie sempre più perfette e identiche agli originali è diventata ormai non solo una mania, ma un simbolo di vanità e di orgoglio. La passione e l’amore per il proprio lavoro sono la spinta enorme per continuare nonostante tutto, la realizzazione di nuove forme, nuove copie, complementi d’arredo particolari, restauri e duplicazioni per ingannare l’erosione del tempo, cercando per ogni cliente i modelli più idonei allo spirito della casa.
INCISIONE
Nicolas Salagnac
3, rue de la Quarantaine – 69005 Lyon (Francia)
telefono 0033 8 70326245 – 0033 6 07535780
Atelier: 45, rue Alexis Perroncel – 69100 Villeurbanne (Francia)
www.nicolas-salagnac.com

Incisore su marmo, metallo e carta, Nicolas Salagnac compone iscrizioni su lapidi e placche di marmo, commemorazioni di avvenimenti, cartigli per trofei, stemmi per medaglie e ogni sorta di restauro di oggetti lapidei e medaglie. La sua bottega si trova a Lione, dove da 20 anni crea copie e restaura sulle tracce di una tradizione antica: la prima medaglia francese, infatti, fu incisa a Lione nel Cinquecento. Nel 2000 è stato insignito del titolo di “Miglior artigiano per incisioni su acciaio” e nel 2006 ha vinto il primo premio “Mestieri e tradizioni”.
LAMPADARI
Azimut
di Raffaello Nebbiai
via Trieste, 105 – 50025 Montespertoli (FI)
telefono 0571 608910 – 335 636394 fax 0571 657195
lampaz@tin.it

Realizzazione di lampadari artistici, stile classico e creativo.
Interamente eseguiti a mano, utilizzando materiali vintage e costruiti secondo i criteri antichi di assemblaggio.
Progetti su misura ed arredamento, scale interne, soluzioni standard e multistrutturali.
MOSAICO
Dario Sogmaister
via Arné, 18 – 32035 San Giustina (BL)
telefono 0437 888635
www.sogmaister.it

Dario Sogmaister abita in un piccolo paese della Valle del Piave negli ultimi declivi delle Dolomiti. Per le opere che esegue è molto importante l’ambiente che lo circonda perché solo in esso, nella sua varietà, trova l’unico materiale usato per creare i suoi mosaici: le pietre.
Tovate nelle loro svariate e naturali tonalità le mescola con la malta e compone immagini. La tecnica che utilizza è frutto della sua arte e quindi è originale e diversa, come le sue opere che vengono realizzate grazie a semplici atrezzi e rappresentano semplici momenti di vita. Grazie alle delicate tonalità della pietra i suoi mosaici hanno un caratteristico color pastello impreziosito da cornici realizzate nella zona in cui vive in arte povera.
OREFICERIA
Il Galeone
di Federico Biagi
via Cecco Angiolieri, 3 – 53100 Siena
telefono 0577 47348 – 347 8858883
www.giudicigioielli.it

Il Galeone crea oggetti artistici in argento e oro in stile modeno, ottocentesco e rinascimentale. Il cuore artistico di questa azienda artigiana è il maestro d’arte Giovanna Giudici che, dopo essere stata allieva del maestro senese Passerini, ha sviluppato le proprie tecniche di lavorazione quali il traforo, la piegatura a freddo del metallo e la rifinitura manuale del pezzo. Giovanna inoltre dirige da sei anni il corso esterno di oreficeria presso l’Istituto d’Arte di Siena. La parte tecnica e gestionale è affidata a Federico Biagi che, dopo alcuni corsi di perfezionamento a Milano ed Arezzo, si è unito a Giovanna aprendo un laboratorio insieme nel cuore di Siena e partecipando a numerose mostre individuali e di artigianato in Italia e all’Estero.
OREFICERIA
Barbara Haas Schmuckdesign
Mathystrasse, 22 – 75173 Pforzheim (Germania)
telefono 0049 7231 25872 fax 0049 7231 419376
barbara_haas@gmx.de

Barbara Hass inizia il suo lavoro di artigiana orafa nel 1983. Nel 1991 consegue il Meisterprüfung nel settore della giolleria a Pforzheim, la città dell’oro della Germania. Nel 1996 consegue il diploma di arte orafa e design alla Fachochschule für Gestaltung, wirtschaft und Technik e nel 2000 si diploma in scultura all’Accademia di Belle Arti di Firenze.
La sua attivività è caratterizzata dalla creazione di pezzi unici, anche su commissione, e può contare su una collezione di modelli originali, ricchi di decorazioni, temi simbolici e ornamenti dell’arte araba, barocca e rococò. I suoi manufatti sono realizzati con metalli e pietre preziose, smaltati a mano con tecniche particolari.
OREFICERIA
Dörthe Lütkemeyer
via Montermini, 10 – 50025 Montespertoli (FI)
telefono 0571 669546 – 338 1965194
www.schmuckdesign-it.de

Il design delle creazioni di Dörthe Lütkemeyer è cambiato nell’arco dell’ultimo anno. I suoi lavori non sono più semplici e lineari nella forma ma più giocosi e presentano motivi floreali, secondo la moda attuale.
OREFICERIA
Meini Gioielli Firenze
via Unità Italiana, 22 – 50067 Rignano sull’Arno (FI)
telefono 055 8348123
www.gioielleria.meini.com

Gioielli creati artigianalmente in stile fiorentino rinascimentale, eseguiti con traforo ed incisione con bulino a mano. Pezzi unici studiati e relizzati con disegni geometrici ed ornamentali. I diamanti incastonati nei vari fiori, foglie, girali e losanghe creano, insieme alla lavorazione, gioci di luce ed ombre che ingentiliscono la leggerezza dei ricami.
OREFICERIA
Giovanni Melli
Piazza d’Azeglio, 18 – 50121 Firenze
telefono 055 2344353
g.melli@tin.it

Giovanni Melli, seguendo un’antica tradizione di famiglia, ha coltivato la sua passione per la gioielleria antica e l’antiquariato. Oggi, dopo tanti anni di appassionata attività di studio e ricerca, offre alla propria clientela un’importante selezione di gioielli ed argenti antichi. Con grande professionalità la ditta, avvalendosi delle mani esperte di artigiani orafi, esegue lavori di restauro di gioielleria, argenti antichi e di mosaici minuti.
OREFICERIA
Penko Bottega Orafa
di Paolo Penko
via F. Zannetti, 14-16/r – 50123 Firenze
telefono 055 211661 fax 055 231661
www.penkofirenze.it

“La perfezione come metodo, l’arte come strumento”
La Penko Bottega Orafa, situata nel centro storico di Firenze, a pochi passi dal Duomo, crea gioielli e argenti realizzati con le antiche tecniche di lavorazione tipiche della tradizione orafa fiorentina. Paolo e Beatrice Penko, nella loro bottega di stampo rinascimentale, con una perfetta integrazione di ruoli, eseguono personalmente gioielli unici, personalizzati, realizzati completamente a mano per una clientela particolarmente attenta ed esigente, sia in ambito nazionale che internazionale. America e Giappone guidano, infatti, con gran successo, il progetto di internazionalizzazione del marchio Penko che ha visto nascere quest’anno un nuovo punto di commercializzazione a Boston, in Copley Place.
OREFICERIA
Tommaso Pestelli
Borgo SS. Apostoli, 20/r – 50123 Firenze
telefono e fax 055 230488
www.pestelli.com

La ditta Pestelli, che propone gioielli con raffinato gusto dal 1908, arricchisce oggi con Tommaso Pestelli questa tradizione di famiglia. Grazie alle esperienze intraprese nel campo del Restauro (presso l’Opificio delle Pietre Dure) e nella Scultura (all’Accademia di Belle Arti), Tommaso crea sorprendenti oggetti d’arredamento realizzati in oro, argento, pietre dure. Opere uniche nel loro genere, ispirate al gusto ed alle atmosfere del passato, adatte per una moderna ed esclusiva Wunderkammer. Nel suggestivo atelier, con sede in Borgo SS.Apostoli, anche la clientela più esigente potrà essere soddisfatta e trovare una risposta per realizzare i propri desideri.
OREFICERIA
Camilla Raggi De Marini
via Ghibellina, 81 – 50122 Firenze
telefono 338 8319682
camillaranieri@tin.it

Ha iniziato quasi per gioco, dopo una laurea in medicina, creando collane per le amiche che sfilavano in una vendita di beneficenza. Incoraggiata dal successo ottenuto e obbedendo soprattutto a questo suo antico e mai sopito amore, escono dalle sue mani collane, orecchini e gemelli, combinando la gamma infinita dei colori delle pietre dure, come diaspri, quarzi, agate e delle pietre semipreziose come ametiste e citrini.
OREFICERIA
Donatella Righi Fortuna
Piazza Regina Margherita, 12 – 00198 Roma
telefono 347 4462252
donatellarighifortuna@yahoo.it

Donatella Righi Fortuna vanta un debito culturale nei confronti delle civiltà più remote, tra classicità e tradizione etnica. Un nomadismo culturale frutto di numerosi viaggi di studio e di ricerca dei materiali: una paziente selezione di pietre dure, pietre preziose e paste vitree che, successivamente, diventano inserti “unici” per le composizioni in oro a 21 carati. Nascono così bracciali, collane, spille, anelli, che prendono corpo da sottili lamine, prima trafilate, poi sbalzate e cesellate. Le creazioni più recenti reinterpretano, nei materiali e nei canoni, i più rari gioielli etnici; è il colore delle pietre e degli inserti ad ispirare il disegno e il ritmo. Le tinte accese e gli intervalli creati da dischi e piccole coppe in oro avvolgono i gioielli di una seducente luce iridata.
OREFICERIA
Safïr
di Armando Blasi
via Acclavio, 18/c – 74100 Taranto
telefono 347 6159765

Nel cuore del Borgo Antico di Taranto il laboratorio orafo Safïr è il punto d’incontro della tradizione orafa ellenica con il moderno linearismo. Il suo titolare, Armando Blasi, unisce all’uso dei materiali preziosi le pietre dure nel loro infinito policromismo con tagli e linee che rievocano quelle dei famosi “Ori di Taranto”. Gioielli in argento e minerali, originali e soprattutto unici nel loro stile.
PATCHWORK
Tess Blondel
15, Marloes Road – London W8 6LQ (Gran Bretagna)
telefono 0044 2 073706008
jean.blondel@ive.it

Tess Blondel continua ad essere affascinata dai colori e dalla tessitura delle varie sete, antiche e nuove, che colleziona ormai da molti anni. Ha imparato la difficile tecnica della marmorizzazione dei tessuti in seta con risultati sorprendenti che possiamo ammirare nelle sciarpe qui esposte.
PERLINE DI VETRO
Giovanna Poggi Marchesi
via Terraglio, 248 – 31022 Preganziol (TV)
telefono 0422 330776
cmarchesi@alice.it

Granaio Verde
via Adro, 37 – 25031 Capriolo (BS)
telefono 030 7460275
dalfonso.g@tin.it

Nel 2004 il Granaio Verde, negozio di antiquariato in un’azienda vitivinicola in Franciacorta, ha avviato la produzione artigianale di coprilampadine in perline di cristallo di Boemia che propone per impreziosire appliques e lampadari. I coprilampadine, che calzano come un guanto sulla lampadina, tolgono l’effetto abbagliante e moltiplicano la luce in un gioco di riflessi straordinario. L’incontro con Giovanna Poggi Marchesi, da lungo tempo artigiana del vetro e specializzata nella produzione di fiori di perle, rende ancora più caratteristici tali manufatti che fioriscono in gigli, iris ed altro, trasformando le fonti di luce in caleidoscopici fiori di vetro lavorati secondo le tradizioni tecniche veneziane.
PERLINE DI VETRO
Vincenzo Spanò
via dei Lorenzetti, 17 – 50142 Firenze
telefono e fax 055 703394 – 347 0008872

Continua il percorso creativo di Vincenzo Spanò, che racconta se stesso e il momento storico che stiamo vivendo attraverso le sue collane un po’ matte e un po’ retrò.
Forse retaggi d’infanzia, comunque piene di poesia…
PIETRE DURE
Daniel Bricout
70, rue de Cambrai – 59191 Ligny en Cambresis (FRANCIA)
telefono 0033 3 27853595

Incisore su marmo e metallo, ha imparato il mestiere da suo padre e da suo nonno.
PIETRE DURE
Le Pietre nell’Arte
di Renzo Scarpelli e C.
Piazza Duomo 36r – 50122 Firenze
via Aretina 160/171/173r – 50136 Firenze
telefono e fax 055 212587
www.scarpellimosaici.it

I Maestri d’Arte Scarpelli proseguono l’antica lavorazione del “commesso fiorentino” seguendo le tecniche tramandate nel tempo, di padre in figlio, fin dal Cinquecento. I capolavori artistici da loro creati, emergono dalla profonda esperienza nella selezione delle pietre e nella scelta delle tonalità cromatiche che i materiali offrono in natura. Nel laboratorio si creano pezzi unici di ogni dimensione, dalle spille ai portagioie, ai quadri e tavoli intarsiati; nel negozio si può ammirare tutta la produzione ed avere chiarimenti sulle tecniche di lavorazione, data la grande passione per l’arte del mosaico quale tradizione familiare. Le opere di Renzo e Leonardo Scarpelli possono essere ammirate in tutto il mondo perché i loro nomi firmano da anni centinaia di opere d’arte.
PIUME
N. Mazzanti
di Maurizio Mazzanti
via R. Giuliani, 144 – 50141 Firenze
telefono 055 431752 fax 0554223463
www.mazzantipiume.it

Ditta artigianale per la produzione di fiori artificiali e fantasie in piuma con tintoria in sede. Specializzata nella relizzazione di progetti per l’alta moda, con metodologie mantenute nel corso di decenni ed ormai desuete, tramandate dalle esperienze dei vecchi maestri in ogni campo creativo del nostro settore. Frange, boa in struzzo e marabout, allestimenti per scenografie, teatro, televisione, opera, bande musicali, costumi d’epoca e carnevaleschi, majorettes, addobbi per vetrine, magia, accessori per abbigliamento.
PORCELLANA
Fiori e Colori
via Masaccio, 229 – 50132 Firenze
telefono e fax 055 5002240

Legate dalla comune passione per la pittura a mano su porcellana, Tiziana Jacobino, Marie Silvietti, Sandra Sturniole svolgono la loro attività artigianale utilizzando le tecniche della manifattura di Doccia. Dal 1995 propongono decori ispirati ai temi classici della tradizione europea, reinterpretati secondo le loro personali inclinazioni artistiche.
PROFUMI ED ESSENZE
Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella
via della Scala, 16 – 50123 Firenze
telefono 055 216276 – 055 4368315 fax 055 4222432
www.smnovella.it

Nasce nel 1221per opera dei frati domenicani e dal 1612, anno della sua apertura al pubblico, assume il nome di Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella, ricevendo dal Granduca di Toscana la nomina di Fonderia di Sua Altezza reale.
Senza mai interrompere la sua attività di preparazione e vendita di profumi, saponi, cosmetici e liquori è arrivata ai giorni nostri, continuando ad usare materie prime della più alta qualità e seguendo ancora i procedimenti artigianali appartenuti ai Padri fondatori .
Oggi proiettata nel futuro, l’ Officina di Santa Maria Novella, commercializza i suoi prodotti non solo a Firenze, ma anche in molte città europee, in America ed in Giappone.
PROFUMI ED ESSENZE
Lorenzo Villoresi
via de’Bardi, 14 – 50125 Firenze
telefono 055 2341187 fax 055 245893
www.lorenzovilloresi.it

Profumi come opera d’arte: ispirazioni, idee, visioni tradotte in seducente armonia olfattiva mediante l’uso di rare e preziose materie aromatiche. Fragranze nate dall’esigenza di esprimersi con libertà, ricche di suggestione, capaci di evocare emozioni, di diventare uniche e personali per chi le indossa. Essenze, piante e spezie di paesi vicini e lontani. Cura dei dettagli, amore per i materiali autentici.
Questo è il mondo di Lorenzo Villoresi. In ogni elemento della collezione vi è il senso della ricerca del Bello, inteso come armonia senza tempo, capace di suscitare un piacere profondo, da percepire con tutti i sensi.
RAME
Vincenzo Tironi
via IV Novembre, 14 – 38034 Cembra (TN)
telefono 0461 990639 – 338 5962530
vincenzo.tironi@tin.it

Lavorazione del rame dal 1846.
Si producono pentole in rame per cucina, per formaggio per vinificazione, per distillazione ed altro ancora.
RESTAURO ARAZZI
Costanza Perrone Da Zara
via Paolo Mascagni, 4 – 50124 Firenze
telefono e fax 055 223491 – 348 7010977
costanza@pdz.it

Nel campo del restauro tessile Costanza Perrone Da Zara opera da 20 anni di cui gli ultimi dieci insieme a Claudia Beyer e Rossella Corti.
Tra gli interventi più significativi figurano il restauro di sei arazzi della Serie di Giuseppe Ebreo di manifattura medicea condotto con l’Opificio delle Pietre Dure tra il ’87 ed il ’97 ed è ancora in atto, presso la prestigiosa Villa La Pietra, la campagna di conservazione della vasta collezione tessile. L’attività si svolge sia su cantieri esterni che nel laboratorio di Firenze all’interno del quale si restaurano oggetti della clientela privata. Le tipologie tessili trattate sono: arazzi, tappeti, ricami, tappezzerie e parati ecclesiastici. Con cura vengono affrontate le delicate fasi della pulitura e del restauro. Di recente un’attività più creativa è stata sviluppata per soddisfare l’esigente clientela: frammenti di tessuti antichi vengono recuperati e montati per una loro nuova fruibilità.
RESTAURO DIPINTI
Ulisse Mladenova
via G. Inghirami, 9 – 50131 Firenze
telefono 055 3840050 – 333 6701003

Ulisse Mladenova, pittrice bulgara, riproponendo meticolosamente le tecniche e i materiali della tradizione, esegue icone bizantine, fondi oro, dipinti rinascimentali, ritratti, nature morte, paesaggi. È esperta nella creazione di trompe l’oeil, decorazioni murali, affreschi. Diplomata in restauro presso l’Accademia di Belle Arti di Sofia, interviene principalmente su dipinti su tavola, su tela, affreschi.
RESTAURO E DORATURA
Giuliana Cassetti
via S. Cecilia, 28 – 56127 Pisa
telefono 050 598032 – 333 8657833
giulianacassetti@yahoo.it

L’arte della doratura e della laccatura è molto antica e si tramandano nel tempo le metodologie tradizionali della ‘doratura a guazzo’ e della ‘argentatura a mecca’ nei manufatti lignei.
Il restauro di questi preziosi oggetti è molto delicato e richiede sapiente manualità e precise conoscenze delle tecniche abbinate alla sensibilità che permettono di mantenere e salvaguardare nel tempo l’originalità del manufatto.
Bisturi, pietre d’agata, spatole, foglia d’oro zecchino, argento, bolo, vernici e pennelli sono i secolari strumenti e materiali grazie ai quali un oggetto antico torna alla sua originale bellezza.
Nel laboratorio tornano a risplendere statue policrome, candelieri, specchiere, appliques, siano essi proprietà privata che di Enti pubblici.
RILEGATORI E DORATORI
Daniel Saporito e Marie Francoise Ratier
1419, route de Dauphiné – 38260 Gillonnay (FRANCIA)
telefono 0033 4 781766

Daniel Saporito e Marie Francoise Ratier sono specializzati nel restauro di libri antichi che riguarda la rilegatura e la doratura su cuoio con foglia d’oro.
RESTAURO MOBILI
Leonardo Pierini
via Montebello, 43 – 50123 Firenze
telefono 055 2398138
www.pierini.com

Dal 1949 la tradizione artigiana Pierini occupa un posto di prestigio nel campo dell’antiquariato e restauro fiorentino. Leonardo, uno degli artigiani Pierini, esibisce alcuni lavori da lui eseguiti con la maestria maturata nel restauro di pezzi unici del XVII e XVIII secolo. Le sue specialità sono la decorazione a “finto marmo” e la “doratura a guazzo” che realizza con tecniche antiche su librerie, costruite con materiale antico, cornici e calchi in gesso.
RICAMO
ARTE RICAMI MACCHI
di Nazarena Bastioni
via San Paolo, 42 – 56125 Pisa
telefono 360 596236

La ditta da più di vent’anni esegue lavori artigianali, rispettando le antiche tradizioni. Nell’anno 2002 Premio speciale della C. C. I. A. A. di Pisa per artigianato artistico e tradizionale.
Docente nei corsi di ricamo promossi dalle province di Prato, Firenze e Pisa.
RICAMO
Grazia Giachi
Piazza Vittorio Veneto, 16-18 – 50024 Mercatale Val di Pesa (FI)
telefono 055 8218073 – 055 8544671 fax 0558218928
www.graziagiachi.it

Biancheria Personale per la casa, abiti per bimbi, ma anche pezzi d’epoca. Ovunque trine, fini merletti e ricami, unici esempi di un artigianato di grande qualità che potremo definire aristocratoico. Creatrice di questi capolavori di tradizione ed eleganza è Grazia Giachi che fin dall’infanzia con grande passione ha iniziato a ricamare e adesso insieme alla figlia Angela realizza per la prestigiosa clientela italiana e straniera pezzi unici ricamati a mano.
RICAMO
Il Cigno
di Emiliana e Marcella Bigazzi
Piazza Gualfredotto, 24/r – 50126 Firenze
telefono 055 680323

Da tre generazioni le sorelle Emiliana e Marcella Bigazzi realizzano corredini da neonato ed abitini da 0 a 10 anni. La loro nonna ha ricamato e confezionato la culla di Maria Pia di Savoia insegnando alle nipoti l’arte del ricamo a telaio ed a mano.
RICAMO
Rosa Maria Riboli
via O. Ghiglia, 2 – 57127 Livorno
telefono 0586 800475 – 340 8303006
rosamaria.riboli@gmail.com

Tramite un’amica di famiglia, l’artista ha raccolto la tecnica, ripresa nel secolo scorso dalla Contessa Ernestina Parravicino/Grarzoni, per la decorazione di testate, letti e portiere.
Quest’arte si rifaceva all’antica tradizione settecentesca lucchese delle applicazioni di galloni su tappezzerie. I tessuti tipici erano la seta, il damasco e il filaticcio. Rosa Maria Riboli ha rielaborato quest’arte, tenendo conto dei gusti odierni, applicandola anche a paralumi, ventole, centri, centritavola. Nella composizione di tali disegni traspare l’amore per le tradizioni toscane e in particolare per la città di Firenze, dove l’artista è nata e cresciuta prima di trasferirsi a Livorno.
Un particolare ringraziamento alla famiglia Martellini-Pecchioli.
RICAMO
Irma Scudellari Melandri
via Carducci, 11 – 48026 Ravenna
telefono 0544 580869
scudellari@ricamobizantino.it

Il ricamo bizantino è un ricamo antichissimo, arrivato a Ravenna nel V/VI sec. d.C., importato dai Bizantini quando questa città era capitale dell’Impero d’Occidente. L’arte di questo ricamo si impose subito per la finezza dei disegni e dei colori. Nel corso dei secoli questi preziosi ricami furono applicati esclusivamente agli arredi sacri e quasi dimenticati. Solo nel 1989, grazie a Irma Scudellari Melandri (che ne cura i disegni) il tentativo è stato coronato da grande successo. Infatti, per i colori ed i disegni, che vengono ripresi da mosaici, avori, marmi che ornano i monumenti e le basiliche bizantine, si realizzano articoli adatti a tutti gli stili.
RICAMO
Wilma Violante
via Pian dei Giullari, 103 – 50125 Firenze
telefono 055 223116
wilmaviola@tin.it

Di formazione classico umanistica, ha da sempre un profondo interesse per l’arte, la storia del costume e delle tradizioni. Scopre la gioia del ricamo a 20 anni e ad utilizzare e sperimentare le più diverse tecniche, legate al tessuto e ai filati.
Organizza corsi di ricamo e merletto di durata variabile, rivolti ad allievi di età e nazionalità diverse con particolare attenzione alle tecniche più antiche a volte ormai desuete e agli aspetti storico culturali legati alle tecniche oggetto del corso stesso.
Realizza, sia a mano che a macchina, arredi e biancheria per la casa con disegni originali che rendono omaggio prevalentemente al Rinascimento toscano, all’antico Oriente e al giocoso mondo dei cuccioli ed accessori per l’abbigliamento in serie limitata.
RITRATTI
Cristina Borgogna Di Capriasco
via Petrarca, 17 – 10024 Moncalieri (TO)
telefono 011 642520 – 339 6543553
cristinaborgogna@yahoo.it

Ritratti e vetri dipinti a mano
Il ritratto, un mondo in apparenza semplice, ma in realtà esercizio di estrema difficoltà tecnica e sfida espressiva per qualunque pittore intende definirsi tale. Una realtà apparentemente fotografica che delinea forme, colori e caratteri con sapiente tratto, ma che in realtà, nella propria perfezione stilistica, offre nuove prospettive di visione. Pare quasi che Cristina Borgogna abbia inteso inventare una sorta di classicismo d’impronta britannica, permeato da un vivace modernismo e da un tratto felice e preciso, che rende del tutto personali e particolari le sue opere. Quest’anno presenterà anche la sua nuova collezione di oggetti in vetro da lei dipinti a mano con una tecnica innovativa.
RITRATTI
Silvia Cheli
via S. Carlo, 1 – 50124 Firenze
telefono 055 2309054
cheli.ritratti@libero.it

Illustratrice e grafica, sempre più Silvia si specializza nell’arte del ritratto: su carta, a pastello e sanguigna, ad acrilico e olio su tela.
Oltre alla tecnica precisa, fondamentale per ritrarre la somiglianza col vero, sorprende per la capacità di cogliere sempre le particolarità dei soggetti, che rendono unici tutti i suoi lavori.
SARTORIA
Bebé
via Chiantigiana, 4 – Sambuca – 50028 Tavarnelle Val di Pesa (FI)
telefono 055 8071175

La linea Bebè Nuit nasce nel 2005 dall’idea di tre amiche di vestire il bambino in modo pratico, bello e su misura. È una linea notte composta da pigiami, camicie da notte coordinate con pantofoline e vestaglie in lana e cachemire, spesso coordinate con la mamma. La scelta è completata da una linea bagno con accapatoi, teli e beauty in spugna. Costumi e teli da mare per la mamma e il bebè.
SARTORIA
Image et Présence
di Katia Lauranti
3, rue Coetlogon – 75006 Parigi (FRANCIA)
telefono 0033 1 42557105
katia.lautanti@free.fr

Creazioni e fabbricazioni di abiti e accessori femminili. Modelli unici e piccole serie. Tessuti naturali: seta, cotone, lino, lana, style epuré, zen.
SARTORIA
Maghi e Maci
via Leonardo da Vinci, 8/a – 50132 Firenze
telefono 055 588160

L’estro e la vivacità di Napoli “Maghi”, la classica eleganza di Firenze “Maci”, si fondono con la sensibilità ed il gusto di due giovani madri imprenditrici che creano abbigliamento per bambini da 0 a 6 anni. Varietà di modelli, proposte e colori caratterizzano la loro produzione.
Il loro laboratorio è aperto il lunedì ed il giovedì mattina o su appuntamento.
SARTORIA
Milletrame – canapa e dintorni
via Romana, 23- 53028 Torrenieri – Montalcino ( SI )
telefono e fax 0577 834078
www.milletrame.it

Entrando nella ‘romantica’ bottega di Stefania e Luana, la canapa viene presentata come una principessa e le rifiniture dei prodotti ne esaltano la sensibilità, la personalità e lo stile. Dominare il tessuto per rendere unica ogni creazione è la loro grande abilità.
SARTORIA
Old Fashion Sartoria
di Irma L. Schwegler
via Gran Bretagna, 63 – 50126 Firenze
telefono e fax 055 689479
schwegler@tiscali.it

Tessuti naturali dalla tradizione: lana cotta, casentino, orbace, loden, tweed per l’inverno; lino, cotone percalle, seta, juta per l’estate. Il piacere di un vestito personalizzato con abilità artigiana ed ingredienti country: questa la ricetta di Irma.
SARTORIA
Isabelle Welfing
13, Avenue Mallarmé – 75017 Paris (Francia)
telefono 0033 1 47667028
mughetto56@tele2.it

Isabelle Welfling, francese di nascita, vive e lavora a Bologna. Le sue creazioni, giacche e mantelli in lana merinos, sono molto curate e nello stile risentono del raffinato gusto italo-francese. Molta cura nell’esecuzione dei pezzi tagliati a mano e costruiti sulla persona. Giacche con bellissimi colori ricamate a mano e applicazioni molto ricercate.

SCARPE SU MISURA
Saskia – di Vivian Saskia Wittmer
via di S. Lucia, 24/r – 50123 Firenze
telefono e fax 055 293291
saskia.wittmer@inwind.it

Le scarpe sia maschili che femminili interamente fatte a mano, lavorate secondo il metodo goodyear e norvegese, sono fatte su misura per il cliente che può suggerire i modelli, nella forma, nei colori e nei materiali desiderati.
SCARPE SU MISURA
Diletta Tempesti
via dei Rustici, 4 – 50122 Firenze
telefono 055 295027 fax 055 294151

I sandali di Diletta Tempesti sono in cuoio naturale ed interamente fatti a mano; da donna e da bambina, con tomaio colorato, con perline, piume, brillantini, fiori e tuto ciò che si desidera – perché su oridinazione possono essere anche fatti su misura e personalizzati!
SCATOLE
Ann Hepper
via De’Serragli, 50 – 50124 Firenze
telefono 055294430

Ann Hepper ha due passioni nella vita: una sono quei piccoli cani buffi con il muso schiacciato e la coda di maiale che si chiamano Carlini e l’altra, non meno importante, è costìruire scatole. Tutte e due sono sempre nei suoi pensieri.
Le scatole sono sempre realizzate interamente a mano per custodire sogni, segreti, lettere d’amore e qualsiasi altra cosa (CD, francobolli, gioielli, etc…). I materiali usati sono cartone, lino, carta marmorizzata e stampata, vecchie cartoline, disegni, stampe o fotografie e naturalmente la colla. Ogni scatola è diversa dalle altre e tutte sono fatte con tanta fantasia e tanto amore.
SCULTURA
Castellinaria
di Michele Fabbricatore
via della Torre, 9 – 51100 Pistoia
telefono 347 1895471

Michele Fabbricatore si è diplomato in scultura all’Accdemia di Belle Arti di Firenze. Ha fatto varie mostre in Italia e all’estero e due anni fa ha creato una ditta di artigianato artistico in cui prendono vita ceramiche e sculture le cui caratteristiche principali sono l’originalità e l’amore per il particolare. Nel suo lavoro si trovano contaminazioni di varie culture, da bisanzio ai pre-rinascimentali fiorentini e senesi, da romanico ai sumeri. Michele Fabbricatore cerca di esprimere attraverso le sue sculture il senso del poetico, un mondo fantastico e surreale che ci permetta ogni tanto di staccare dal reale per trovare rifugio nel sogno.
SCULTURA
“… e poi legno”
di Andrea Mercedes Melocco
Viale Manfredo Fanti, 227 – 50137 Firenze
Telefono 055 669433 – 347 1023946
ammelocco@tin.it

… prima trent’anni di grafica poi con il legno è cominciato l’oggi di AMMelocco.
Legni di mare – Legni piccoli e grandi lasciati sulle spiagge dall’inverno incontrano l’oro ed altri racconti e diventano spille e gioielli d’arredo
Totem – Totem di legno solcati, a volte contaminati dal metallo
Les états de l’esprit – Momenti e sentimenti che sono dentro ognuno di noi, fissati su sagome a grandezza naturale
Divertissements – Negli intervalli, piccoli oggetti di uso comune
… e, dopo il legno, il ferro, la pietra…
SCULTURA
Susan Leyland
via Brunelleschi, 2 – 50029 Impruneta
telefono 055 2022995
www.equinesculptures.com

Equine sculptures – il cavallo scolpito.
Le opere sono modellate a mano in vari tipi di argilla. Ciascuna un pezzo unico che rappresenta il cavallo nei molti aspetti della sua natura, forma e movimento.
SCULTURA
Sena Vetus
di Bigitte Starczewski Deval
Podere Casanova – 53020 Trequanda (SI)
telefono 0577 662201
www.bdeval.com

Brigitte Deval è nata a Monaco di Baviera nel 1945. È scultrice e pittrice dal 1965. Oltre al lavoro d’artista realizza statuette per presepi, statuette religiose, marionette, pupazzi, bambole per bambini e da collezione. La sua capacità di affrontare l’inesauribile tema del viso umano l’ha portata a creare anche volti in pietra, terracotta, legno e argento, usati per gioielli, chiusure di macinapepe o tappi per bottiglie e per altri oggetti decorativi, fra cui sculture da giardino. Crea inoltre decorazioni per l’albero di Natale con materiali del passato. Le bambole da collezione sono modellate in creta bianca e dopo la cottura sono rivestite generalmente da un sottile strato di cera. Ha esposto le sue bambole al Museum of the city of New York (NY) al Rosaly Wheyel Museum di Seattle, al Miniature Museum di Los Angeles, nella vetrina di Tiffany’s (NY) e al Sgushi Museum (Izu) in Giappone.
STRUMENTI MUSICALI
Associazione Culturale ” E. De Martino”
via Schettini, 21 – 88056 Tiriolo (CZ)
telefono 0961 992008

L’Associazione culturale “E. De Martino” di Tiriolo svolge dal 1980 un’intensa attività di studio, recupero e valorizzazione dei prodotti tipici dell’artigianato artistico calabrese, della musica e danza tradizionale della regione. Per tale scopo ha istituito un laboratorio per la costruzione di strumenti musicali tradizionali come la lira calabrese, la chitarra battente, le zampogne, i tamburelli, i fluti e le ciaramelle. Si producono inoltre sculture lignee e decorazioni per mobili in stile.
Nell’ambito dell’Associazione opera anche la bottega artigiana “Legno Art” di Mirella Leone, specializzata nella creazione di tradizionali calabresi e nella confezione dei costumi popolari delle “pacchiane”. L’Associazione è stata presente in molteplici manifestazioni culturali di rilievo in Italia ed all’estero.
TERRACOTTA
Terracotta Arteantica
di Giovanni Pizzini
via Cavour, 44 – 25020 Gambara (BS)
telefono 030 956510
www.terracotta-arteantica.it

La manifattura produce terrecotte architettoniche in vari stili ed epoche, oggettistica ed elementi di arredo per interni ed esterni, calchi di elementi originali o realizzati utilizzando documentazioni fotografiche.
Esegue, inoltre, artigianato artistico, avvalendosi dell’apporto di operatori qualificati nel campo della pittura murale, dell’affresco, del mosaico, del ferro battuto e del marmo, produce elementi per modellismo in scale da 1/10 a 1/20 – come mattoni,tegole, pavimenti, cornici e modanature varie – e tessere di terracotta smaltata, sia in serie chiuse che su ordine, per la produzione di mosaici particolari.
TESSUTI
Chianti Cashmere Company
di Nora Desmond Kravis
Azienda Agricola La Penisola – 53017 Radda in Chianti (SI)
telefono e fax 0577 738080 – 339 4428274
www.chianticashmere.com

Unico allevamento di Capre da Cashmere in Italia, dove le capre vivono libere a pascolo sulle colline del Chianti. La fibra è raccolta a mano per creare dei pezzi unici a telaio a mano – Plaids, Scialli, Sciarpe, Copertine da Neonato – in Cashmere puro ed altre fibre nobili, quali seta, lino, cotone e merinos in colori naturali, non tinti. Soffici, eleganti, fatti rigorosamente a mano su vecchi telai di legno per durare una vita. Il prezioso latte – ricco in acidi grassi naturali, proteini e lipidi – viene munto a mano e trasformato in ottimi prodotti per la cura della pelle come saponi, creme e lozioni, senza profumi o coloranti. Si vendono capre da riproduzione, articoli a telaio in Cashmere, e tutta la linea di prodotti per la pelle sia in Azienda sia on-line; visite in azienda per appuntamento. Dal 2005 disponibile “rent a goat”: per compleanni, eventi, fiere, sfilate ecc. – capretti con calesse, paniere e sellette a noleggio.
TESSUTI
Fondazione Le Costantine
via Costantine – 73020 Casamassella (LE)
telefono e fax 0836 812110
lecostantine@libero.it

La tessitura artigianale di Casamassella e di Uggiano la Chiesa è strettamente legata al nome di Donna Giulia Starace e Donna Lucia Starace, che hanno saputo elevarla da tecnica semplice, destinata alla produzione di rustiche tele per il fabbisogno quotidiano della famiglia contadina, a tecnica raffinata adatta alla produzione di ogni tipo di manufatti preziosi ed esclusivi, realizzati in materiali e colori naturali e destinati a trovare apprezzamento anche in Inghilterra, Stati Uniti e Sud Africa.
La tradizione, tramandata oralmente, si è mantenuta in tutta la sua ricchezza, e oggi nuove applicazioni e tecniche esclusive, nate dalla perizia e sensibilità delle tessitrici locali, si sono aggiunte alle più antiche e tradizionali a fiocco (grani) e a pintu (tessuto operato).
TESSUTI
Bruna Tatafiore
via dei Banchi Nuovi, 44 – 00186 Roma
telefono 06 6867738 – 335 6918443

Con una presentazione dei suoi lavori nel Bookshop del Palazzo delle Esposizioni di Roma, Bruna Tatafiore, architetto, si avvicina alla moda creando pezzi unici di vestiario ed accessori. Disegna e crea con matita, pastelli, forbici, fili e macchina da cucire, sciarpe in seta, stole in cachemire con raffinati e fantasiosi intarsi, shopping-bags in ecopelle con inserti in gros-grain, giacche e borse in velluto o in seta adatti a tutte le stagioni, kimoni orientaleggianti ma ornati di filettature e riquadri di gusto occidentale. Recentemente ha esteso la sua produzione a tovaglie intarsiate, ‘servizi all’americana’ in lana cotta e plaids in seta e cachemire. Le sue creazioni sono state esposte nelle migliori boutiques della capitale e recentemente ha partecipato ad una mostra della Galleria AAM – Arte Artchitettura Moderna, a Roma.
TESSUTI
Filanda di Silio Giannini
via Acace, 2 – 51024 Cutigliano ( PT )
telefono 0573 63138 – 68480
giovagiannini@interfree.it

In una cornice dal sapore medievale, Silio Giannini si dedica alla creazione di un prodotto contrassegnato da qualità e da creatività figurativa; principalmente filatura e tessitura riguardano lana massese, lana di Zeri, alpaca e mohair.
TESSUTI
BLU QUEENS
via E. Berlinguer, 500 – 52037 Sansepolcro ( AR )
telefono 339 1258904 – 333 1674167
piantablu@yahoo.it

Le “Blu Queens” progettano e realizzano, ispirandosi alla tradizione artistica toscana, prototipi e collezioni di abbigliamento ed arredi per la casa caratterizzati dall’utilizzo di fibre e colori naturali ed impreziositi da manufatti tessuti su telai manuali.
TESSUTI
Sorelle Lucchi
via Saragozza, 1 – 40123 Bologna
telefono 051 581555 fax 051 331888
vivi@alinet.it

I festosi colori dei tessuti a telaio – rosso, arancio ed oro – ideati nei loro più solari accordi, dalle Sorelle Lucchi sono la caratteristica più interessante della produzione; essi vengono utilizzati da complementi per la tavola come tovaglie e per le finestre come tendaggi e per essere drappeggiati sui divani.
Le Sorelle Lucchi producono anche altri prodotti di lino e di lane naturali. Incantevoli vasi e bicchieri d’autore, ripropongono i colori dei tessuti, completando le idee per rendere la casa più ricca di fascino e di amore. Resa accogliente da prodotti di raro artigianato artistico, la casa avrà grande fascino per tutti gli abitanti e gli amici.
Fino a quando i telai continueranno a lavorare la magia dei colori sarà viva e continuerà nel tempo.
TESSUTI DIPINTI
Studio Artistico
di Mara Guerrini
via A. Aspertini, 8/c – 40139 Bologna
telefono 051 6240304 fax 051 452580
www.maraguerrini.com

Mara Guerrini ha iniziato la sua attività nel 1990, ideando e organizzando una scuola di acquerello e ceramica. Parallelamente a questa è si è svolta la sua attività artistica, iniziata con gli studi di pittura alla Scuola d’Arte e proseguiti all’Accademia di Belle Arti di Bologna, dove si è diplomata. La sua esperienza è maturata attraverso lo studio di varie tecniche pittoriche e plastiche per approdare infine all’acquerello, tecnica con la quale si è imposta nel panorama italiano e anche nel mercato giapponese, con le esposizioni nel 2005 di Tokio, Osaka e Kioto, ricevendo le maggiori soddisfazioni. Attualmente la ricerca si è allargata alla pittura su seta, con la quale realizza manufatti per l’arredamento e l’abbigliamento e con la quale si è presentata a Palazzo Corsini a Firenze.
TESSUTI DIPINTI
Raffaella Tassinari
via San Girolamo Emiliani, 23 – 31100 Treviso
telefono 0422 411403

Raffaella Tassinari è diplomata all’Istituto d’arte di Venezia in intaglio in legno e in scenografia all’Accademia di Bologna. Si è dedicata poi all’insegnamento di disegno e storia dell’arte nelle scuole superiori di Treviso. Come pittrice ha esordito nel 1963 con una personale alla Galleria Bevilacqua La Masa di Venezia e con altre mostre in varie gallerie d’Italia. Diverse sono le forme espressive da lei usate, con particolare predilezione per il Batik, tecnica di pittura su seta di origine orientale. Con questo linguaggio si è affermata una delle migliori interpreti nel campo dell’artigianato artistco intenazionale, esponendo a Firenze, Milano, Feltre, Arezzo, ecc…
TESSUTI STAMPATI
Foglie Vive
di Giampiero Cevoli
via Cella, 205 – San Bartolo – 48100 Ravenna
telefono 0544 497774
www.foglievive.com

“Foglie Vive ” propone complementi d’arredo tessile. I materiali utilizzati sono esclusivamente tessuti naturali, prevalentemente lino, ma anche cotone e canapa. I tessuti sono tinti con essenze vegetali (thè, caffè, hennè, mallo di noci ecc.) attraverso una tecnica artigianale antica ma riscoperta negli ultimi anni. Successivamente il tessuto viene stampato utilizzando foglie vere, attraverso una tecnica, da me messa a punto, che permette di ottenere un effetto estremamente realistico. La tecnica artigianale e la varietà delle foglie permette di ottenere tutti pezzi unici. A questo punto il materiale viene confezionato e diventa cuscini, tovaglie , tende, ecc…
TESSUTI
Samarcanda Creations
di Ilaria Gazzoni
Strada Maggiore, 46 – 40125 Bologna
telefono 335 7176407
ilaria@gazzoni.com

Ilaria Gazzoni e Francesca Forcellini stampano a mano tessuti per arredi, tovaglie, tende, cuscini con disegni esclusivi, fatti sul gusto personale del cliente. Yuta, lino, cotone in vari colori e misure personalizzati per arredare in modo originale le case di città, di mare, montagna e campagna con colori e accostamenti particolari che rendono l’ambiente speciale e caloroso.
TIPOGRAFIA E LEGATORIA
Tipografia – Legatoria F. Brogi
via Masaccio, 23/r – 50132 Firenze
telefono e fax 055 581221

Dal 1920 la tradizione e la continua ricerca dell’artigianato artistico hanno caratterizzato il lavoro e la dedizione di questa ‘bottega’ che, trasferitasi dal centro storico in Via Masaccio, raccoglie la stima e la fiducia dei clienti vecchi e nuovi.
La vera stampa tipografica con caratteri in fusione di piombo, le rilegature a mano, il restauro conservativo di libri antichi, sono l’orgoglio del ‘maestro’ artigiano che è riuscito a mantenere vivo il gusto, la classe, la raffinatezza di ogni lavoro. La scelta di valorizzare questa ‘Arte’ si è rivelata vincente e i valori che rappresenta testimoniano la cultura e la storia di Firenze all’estero. La tipografia Brogi è inserita nell’esclusivo albo degli esercizi storici fiorentini.
VETRO
Locchi
di Paola Locchi
via D. Burchiello, 10 – 50124 Firenze
telefono 055 2298371 – 055 229416
www.locchi.com

Questa bottega artigiana esiste a Firenze fin dall’800 e, forse unica nel suo genere, vi si può copiare o restaurare qualsiasi oggetto in vetro o in cristallo molato. Nel vecchio laboratorio Locchi si possono rifare le ampolle per le oliere antiche (molate come quelle originali), il più sfaccettato dei tappi, l’interno di una preziosa saliera d’argento, la coppetta o il trionfo di un centro tavola. Riparazione, ricostruzione, sostituzione ex novo di oggetti: tutto questo è possibile utilizzando antichi vetri oppure attraverso la soffiatura a bocca di nuovo materiale che verrà poi molato, fresato, inciso secondo lo stile del campione rotto o della montatura antica dove il pezzo deve essere inserito.
VETRO
Velelia Laboratorio d’Arte
via Vittorio Locchi, 5 – 00197 Roma
telefono e fax 06 8101924 – 06 8077460

Fusione del vetro
“L’unica vera sorgente dell’arte è il nostro cuore. Chiudi l’occhio del tuo corpo per poter vedere l’opera prima con l’occhio dello spirito. Il bello è il tratto animato dalla vita, quando raggiunge il sublime del naturale. È importante suggerire senza mai mostrare troppo. L’ineffabile, nella pittura, nasce da questo segreto: la suggestione.”
Velelia conosce tutti i segreti della fusione del vetro decorato a mano con oro, argento, smalti e vetri colorati fusi a 850°C.
VIMINI E PAGLIA
La Nuova Cesteria Di Cristina
di Cristina Galletti
via C. Bianchi, 16 – 50134 Firenze
telefono 055 481333 – 339 5466412

Cristina Galletti realizza oggetti in cesteria ed a questi abbina l’uso di fiori secchi e pressati creano vassoi, quadri, paesaggi di foglie, composizioni di ogni tipo, oggetti di arredamento. Ha partecipato con successo a numerose manifestazioni non solo in Toscana cercando confronti ed arricchimenti.
Lavora in ambito scolastico inserendo la manualità e la creatività in un percorso professionale più generale di formazione alla salute e al benessere.
VIMINI E PAGLIA
GIOTTO SCARAMELLI
viuzzo Tirozzi, 4 – 50018 Scandicci (FI)
telefono 055 740077

Come già suo padre, Giotto Scaramelli intreccia cesti, rispettando con passione le tecniche tradizionali e servendosi di materiale raccolto da lui stesso: salice, olivo, olmo, ligustro, corniolo, acero e frassino. Oltre ad una prosuzione classica, Giotto Scaramelli ama cimentarsi in esperimenti manuali innovativi e sempre diversi.
Unisce alle sue creazioni un’attività didattica: tiene, infatti, corsi di intreccio durante tutto l’anno, ospitando anche, a tal fine, gruppi di persone presso il podere Beccacivette a Scandicci.

 

 

 

 

 

 

  • Facebook