Artigianato e Palazzo | ARTIGIANATO E PALAZZO 2018
La Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO botteghe artigiane e loro committenze è nata nel 1995, da un’idea di Neri Torrigiani e promossa dalla principessa Giorgiana Corsini, principalmente per rivalutare e rinquadrare ai giorni nostri la figura dell’artigiano e del suo lavoro, considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica, legato sì alla committenza, ma insistendo sull’idea di un artigianato per sua natura “moderno”, senza con questo dimenticare l’elemento fondamentale della tradizione.
Artigianato e Palazzo, artigianato, Firenze, botteghe artigiane, Neri Torrigiani, Giorgiana, Corsini, Giardino Corsini, Palazzo Corsini, artigiano, lavoro, mostra, tradizione, bigiotteria, oreficeria, moda, tessuti, alta gastronomia, design, accessori, gioielli
19309
post-template-default,single,single-post,postid-19309,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

ARTIGIANATO E PALAZZO 2018

ARTIGIANATO E PALAZZO 2018

ARTIGIANATO E PALAZZO 2018:
NEL NOME DELLA GRANDE TRADIZIONE ITALIANA DEL FATTO A MANO DALLE ORIGINI ALLA CONTEMPORANEITÀ

 

Milano, 16/03/2018. Parte dalla storia di una tra le grandi eccellenze del Made in Italy la XXIV edizione di ARTIGIANATO E PALAZZO (Firenze, Giardino Corsini 17-20 maggio 2018) con la “Mostra Principe” dedicata alla Manifattura della porcellana Richard Ginori e la raccolta fondi per la riapertura del Museo di Doccia, recentemente acquistato dal MiBACT.

Nei quattro giorni di mostra nella Limonaia Piccola del seicentesco Giardino Corsini, aperto al pubblico per l’occasione, l’azienda Richard Ginori ricreerà i vari momenti del processo creativo attraverso i quali quotidianamente dal 1735 realizza opere uniche in porcellana, con particolari dimostrazioni dal vivo per raccontare al pubblico una storia che arriva ai giorni nostri con un ampio bagaglio di conoscenza, innovazione e bellezza.

Al Museo di Doccia sarà invece dedicata l’importante iniziativa di raccolta fondi “ARTIGIANATO E PALAZZO PER IL MUSEO DI DOCCIA” che Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani hanno deciso di lanciare con questa edizione “affinché una collezione di valore inestimabile, come quella del Museo di Doccia, torni a essere fruibile al grande pubblico”. 8.000 opere in porcellana, ceramica, maiolica, terracotta, piombo; oltre 13.000 tra disegni, lastre di metallo incise, pietre cromolitografiche, modelli in gesso, sculture in cera”.

Per scoprire le modalità di partecipazione alla raccolta fondi visita la pagina dedicata sul nostro sito

La nuova selezione di circa 100 maestri artigiani italiani e stranieri sarà invece protagonista di questa XXIV edizione. Per quattro giorni gli artigiani realizzeranno dimostrazioni dal vivo di lavorazioni manuali, trasmettendo al pubblico il ricco patrimonio di sapere e utilizzo delle tecniche che rende unico il loro lavoro. Tra loro ci saranno alcune interessanti novità e anche alcuni espositori particolarmente affezionati ad ARTIGIANATO E PALAZZO, rappresentanti delle più antiche lavorazioni artigianali ma anche espressione
delle ultime novità nel design, dall’intarsio delle pietre dure, all’arte del bronzo, della ceramica e della porcellana, dalla lavorazione della scagliola o del cuoio alla molatura del vetro, dalla decorazione alla profumeria, dall’oreficeria alla realizzazione di scarpe e accessori su misura.

“Le molte centinaia di richieste di partecipazione che ci sono giunte quest’anno rappresentano un ottimo segnale di ripresa del settore dell’artigianato, perché sono proprio le botteghe il cuore pulsante del Made in Italy”, dichiarano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani, da oltre ventiquattro anni impegnati nell’organizzazione della manifestazione ARTIGIANATO E PALAZZO e nella valorizzazione dei mestieri che appartengono al nostro paese.

Giunge inoltre alla V edizione il contest “BLOGS & CRAFTS giovani artigiani e il web” che punta l’attenzione e promuove la creatività
e l’espressione artistica delle giovani generazioni. Per la prima volta i 10 artigiani under 35 vincitori del concorso saranno ospitati in una speciale Limonaia completamente ristrutturata dove potranno lavorare ed esporre le loro creazioni. Contemporaneamente, i più brillanti blogger selezionati per l’edizione 2018 racconteranno live blogging tutta la Mostra, gli artigiani e le sue caratteristiche
più salienti.Si rinconferma il prezioso sostegno della Fondazione Ferragamo e la collaborazione con Starhotels e Source.

Tra le iniziative imperdibili “Ricette di Famiglia” – realizzato in collaborazione con Richard Ginori, Riccardo Barthel e Desinare – appuntamento gastronomico a cura della giornalista Annamaria Tossani, che per questa edizione sarà ispirato ad alcuni oggetti storici conservati al Museo di Doccia e oggi poco utilizzati. Ogni giorno alle 18,00 nel Giardinetto delle Rose alcuni ospiti illustri racconteranno aneddoti  sulla storia degli oggetti e proporranno ricette che saranno interpretate dagli chef di Desinare e offerte in degustazione al pubblico sui nuovi piatti in porcellana appositamente realizzati per l’iniziativa da Richard Ginori.

Inoltre, tutti i giorni alle 19,00 gli appuntamenti di “Mani che compongono” un progetto della violoncellista polistrumentista Naomi Berrill che mette in comunicazione l’artigianato e la musica, attraverso una serie di percorsi attraverso i diversi mestieri.

Al Giardino Corsini, altra novità di questa edizione, si potranno trovare i food truck di alcuni fra i migliori artigiani del gusto italiani per un’esperienza gastronomica tra street food e tradizioni culinarie regionali: LùBar, La Toraia, PescepaneIl Panino Tondo, La Pentolina, Bocconi, Vivoli.

Saranno assegnati anche il “Premio Perseo – Banca CR Firenze” all’espositore più apprezzato dal pubblico e il “Premio del Comitato Promotore” per lo stand giudicato più bello dal Comitato Promotore Internazionale.

Per il sostegno della manifestazione si ringraziano Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Banca CR Firenze, Fondazione Cologni e Unicoop Firenze.