Artigianato e Palazzo | “MEMORIE DI RUSSIA A FIRENZE”
La Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO botteghe artigiane e loro committenze è nata nel 1995, da un’idea di Neri Torrigiani e promossa dalla principessa Giorgiana Corsini, principalmente per rivalutare e rinquadrare ai giorni nostri la figura dell’artigiano e del suo lavoro, considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica, legato sì alla committenza, ma insistendo sull’idea di un artigianato per sua natura “moderno”, senza con questo dimenticare l’elemento fondamentale della tradizione.
Artigianato e Palazzo, artigianato, Firenze, botteghe artigiane, Neri Torrigiani, Giorgiana, Corsini, Giardino Corsini, Palazzo Corsini, artigiano, lavoro, mostra, tradizione, bigiotteria, oreficeria, moda, tessuti, alta gastronomia, design, accessori, gioielli
20498
post-template-default,single,single-post,postid-20498,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

“MEMORIE DI RUSSIA A FIRENZE”

“MEMORIE DI RUSSIA A FIRENZE”

“ARTIGIANATO E PALAZZO: MEMORIE DI RUSSIA A FIRENZE”
UN OMAGGIO ALLA IDENTITÀ MULTICULTURALE DELLA CITTÀ
ED AL SUO STORICO LEGAME CON LA COMUNITÀ RUSSA

 

 

Roma, 5/02/2019. Segna il traguardo dei venticinque anni la Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO (Giardino Corsini Firenze 16-19 maggio), nata da un progetto di Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani con l’obiettivo di valorizzare, preservare, traghettare nel futuro, arti legate alle migliori tradizioni artigiane italiane e straniere. Ma non solo, creare un network tra coloro che portano avanti con passione il lavoro manuale, dando l’occasione di confrontarsi su capacità, conoscenze, risorse.

Il nostro impegno in questi anni è stato quello di porre al centro dell’attenzione due princìpi che riteniamo fondamentali per lo sviluppo del nostro Paese: preservare antichi mestieri di ingegno tutto italiano; dare spazio al dialogo per costruire un ponte tra storia e innovazione”, affermano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani.

Al contempo, la nostra ambizione è favorire l’incontro tra i Maestri artigiani e i tanti giovani di talento accompagnandoli a progettare il loro futuro, grazie al recupero e alla valorizzazione di tradizioni artigiane”.

In uno scenario unico, nel seicentesco giardino all’italiana Corsini disegnato da Gherardo Silvani, quest’anno la mostra porterà una nuova selezione di oltre 100 artigiani italiani e stranieri che arriveranno a Firenze, non solo per mostrare i loro prodotti, ma anche per dare prova della loro maestria lavorando dal vivo. E si metteranno a disposizione dei visitatori per raccontare i segreti di opere uniche di creatività.

Prosegue l’iniziativa di una “raccolta fondi a favore del patrimonio culturale fiorentino” rivolta a privati ed azienda che, nel 2018, ha riguardato la riapertura del Museo della Manifattura Richard Ginori di Doccia.

“Per la 25° edizione vogliamo rendere omaggio all’identità multiculturale e internazionale della nostra città con una sfida mecenatesca dove storia e modernità si fondono, spiegano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani.

La campagna “ARTIGIANATO E PALAZZO: MEMORIE DI RUSSIA A FIRENZE” sarà volta al recupero e alla conservazione di alcune straordinarie opere d’arte, testimoni del legame culturale tra Firenze e la comunità russa che, nel corso dell’800 fino ai primi del ‘900, ha arricchito la città di residenze, chiese ed importanti collezioni.

Per tutto il secolo poeti, artisti, letterati, ma anche aristocratici e religiosi arrivarono a Firenze portando con sé un bagaglio culturale e spirituale di idee e fermenti artistici, rappresentando per la città un elemento di stimolo e di confronto internazionale unico.