Artigianato e Palazzo | ARTIGIANATO E PALAZZO FESTEGGIA LE NOZZE DI VERMEIL
La Mostra ARTIGIANATO E PALAZZO botteghe artigiane e loro committenze è nata nel 1995, da un’idea di Neri Torrigiani e promossa dalla principessa Giorgiana Corsini, principalmente per rivalutare e rinquadrare ai giorni nostri la figura dell’artigiano e del suo lavoro, considerandolo alta espressione di qualità e di tecnica, legato sì alla committenza, ma insistendo sull’idea di un artigianato per sua natura “moderno”, senza con questo dimenticare l’elemento fondamentale della tradizione.
Artigianato e Palazzo, artigianato, Firenze, botteghe artigiane, Neri Torrigiani, Giorgiana, Corsini, Giardino Corsini, Palazzo Corsini, artigiano, lavoro, mostra, tradizione, bigiotteria, oreficeria, moda, tessuti, alta gastronomia, design, accessori, gioielli
20686
post-template-default,single,single-post,postid-20686,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-17.0,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.5,vc_responsive

ARTIGIANATO E PALAZZO FESTEGGIA LE NOZZE DI VERMEIL

ARTIGIANATO E PALAZZO FESTEGGIA LE NOZZE DI VERMEIL

ARTIGIANATO E PALAZZO segna il traguardo dei 25 anni e festeggia le “nozze di vermeil” la raffinata tecnica di doratura dell’argento ideata in Francia alla metà del Settecento. (Firenze, Giardino Corsini 16 – 19 maggio 2019).

Un risultato importante, per l’esposizione promossa ed organizzata dall’Associazione Giardino Corsini, punto di riferimento per il settore, occasione di dialogo e confronto, nata da un progetto di Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani nel principio che l‘artigianato è un valore.

“Il nostro obiettivo è stato quello di abbattere i confini, cercando di costruire una nuova sensibilità verso la tradizione, laddove la sfida è l’eccellenza e il confronto con il passato”, spiegano Giorgiana Corsini e Neri Torrigiani.

“Venticinque anni a tutela di arti e mestieri legati alla cultura del fatto a mano, affinché il patrimonio dei nostri territori non vada disperso, ma sia linfa vitale ed opportunità di lavoro per le nuove generazioni”.

In queste ventiquattro edizioni, ARTIGIANATO E PALAZZO ha coinvolto 709 maestri artigiani in rappresentanza di 151 mestieri (lavorazione della ceramica, molatura del vetro, sbalzo dell’argento, intaglio del legno, restauro degli arazzi, doratura di cornici e sculture, liuteria, tecniche della scagliola, tornitura, intreccio della paglia, tessitura, intarsio delle pietre dure, l’arte orafa, fornai, pasticceri, sarti etc); 75 partnership istituzionali; oltre 157.000 visitatori.